Valle dell’Acate, il vino eco-friendly

Guida Vini Buoni d’Italia

Valle dell’Acate, una delle realtà più in luce e intraprendenti nel panorama enoico della Sicilia sud orientale, si è aggiudicato un importante riconoscimento.

La Guida Vini Buoni d’Italia del Touring Club, in collaborazione con Verallia, ha infatti assegnato alla cantina guidata da Gaetana Jacono il Premio Eco-friendly 2014 sottolineando il grande impegno dell’azienda vinicola nella salvaguardia dell’ambiente.

“Questo riconoscimento ci rende particolarmente orgogliosi perché sulla sostenibilità stiamo investendo molto, certi che sia necessaria per il futuro del nostro pianeta – ha dichiarato Gaetana Jacono, titolare di Valle dell’Acate e Brand Ambassador del Cerasuolo di Vittoria. – La sostenibilità ha come principio di base la salvaguardia dell’ambiente. Chi come me fa vino vive ogni giorno a contatto con la natura e la terra, per questo impara a rispettarla e averne cura senza alterarne gli equilibri. Solo così garantiamo un futuro alle prossime generazioni”.

Alla base del riconoscimento la volontà di premiare le cantine, particolarmente virtuose, che si distinguono nell’adozione di tecniche di lavorazione ecosostenibili per ridurre lo spreco energetico e l’impatto ambientale. Un percorso, questo che Valle dell’Acate ha intrapreso da anni su più fronti.

L’obiettivo del team capitanato da Gaetana Jacono è quello infatti di produrre vini di grande qualità con la massima attenzione alla tutela e alla valorizzazione del territorio siciliano e della sua importante cultura enologica.

Per farlo, l’azienda ragusana sperimenta da tempo efficienti percorsi produttivi basati sui principi della sostenibilità, agendo lungo tutta la filiera produttiva.

Tra le azioni, a spiccare troviamo ad esempio la coltivazione dei vitigni autoctoni più pregiati e rigogliosi e i sistemi di irrigazione che massimizzano l’efficienza dell’acqua evitandone lo spreco. Nell’ottica della valorizzazione del territorio, invece, la cantina è stata ristrutturata al fine di riportare alla luce l’antico splendore del luogo mentre con il progetto “7 terre per 7 vini”, Valle dell’Acate ha selezionato 7 vini per altrettanti territori al fine di raccontare una storia che leghi, attraverso il gusto, passato, presente e futuro.

Written by Francesca

Mode à Paris, calendario sfilate febbraio 2014

Futurismo al Guggenheim di New York