Vacanze di lusso 2014, dove andare

Le mete selezionate da Lonely Planet
Tra un mese esatto, il match Brasile-Croazia darà inizio ai Mondiali di calcio brasiliani.

Il Brasile è proprio la meta che si piazza al primo posto nella guida Best in Travel 2014 di Lonely Planet, per quanto riguarda le migliori destinazioni di quest’anno.

Vediamo quali sono le 10 località da sogno in giro per il mondo dove poter trascorrere vacanze di lusso al passo con gli avvenimenti di questi 12 mesi.

1. Brasile
Tutti gli occhi puntati sulla Coppa del Mondo 2014
Come se infinite distese di coste assolate, montagne ricoperte di foreste pluviali e alcuni dei villaggi coloniali più belli del pianeta non fossero già una fetta di paradiso più che generosa, il Brasile mette sul piatto due dei più importanti eventi sportivi del mondo. Si inizia con la FIFA World Cup nel 2014 per arrivare alle Olimpiadi estive nel 2016. Con un’economia in grande ripresa, il Paese è pronto a fare il botto: è il Brasile la più bella della festa. In un trekking tra dune battute dal vento a Lençóis Maranhenses, esplorando chiese coloniali in città sospese nel tempo come Ouro Preto o nuotando in fiumi che sembrano acquari vicino a Bonito, la varietà del suo territorio ti lascerà senza fiato.

2. Antartide
L’avventura della vita
Se ti sintonizzi sul tuo programma televisivo preferito dedicato alla natura, ben presto ti capiterà di ammirare gli imponenti iceberg, i ghiacciai e le montagne inesplorate di questo continente. Oppure vedrai i pinguini sfuggire agli attacchi delle foche leopardo o a quelli delle orche assassine; tutto questo mentre migliaia di uccelli marini volteggiano sulle acque dell’Oceano Meridionale. Quest’anno ricorre il centenario della partenza della drammatica spedizione di Ernest Shackleton, il cui scopo era l’attraversamento dell’Antartide. Venire qui nel 2014 – ricordando che non si tratta propriamente di un paese – è un’opportunità per seguire le orme dei più intrepidi esploratori del passato, ma con tutti gli agi del presente.

3. Scozia
Un anno pieno di eventi
Per prepararsi ad ospitare i XX Giochi del Commonwealth, Glasgow si è rifatta il trucco spendendo milioni di sterline: nuovi impianti sportivi, trasporti migliorati e una riqualificazione del Porto. Il 2014 è anche lo Year of Homecoming, l’Anno del Ritorno a Casa, un’iniziativa governativa che celebra il rientro in patria degli scozzesi, ma anche le tradizioni del Paese, il suo cibo e i suoi alcolici. Ci sono appuntamenti per tutti i gusti: dall’European Festival of Brass, che si svolgerà tra i castelli del Perthshire tra aprile e maggio, allo Spirit of Speyside Whisky Festival ancora a maggio. La politica sarà al centro della scena: essere o non essere indipendenti, questo è il problema. Tieniti pronta, Scozia!

4. Svezia
Cibo, cultura e thriller
Grazie alle pagine di Stieg Larsson molte persone hanno familiarità con la Svezia, anche con il suo Nord. Sanno di trovare freddo, bellezza e mistero. Il Paese si sta affermando come mito pop. Forse è solo un caso, ma nel 2014 la più grande città settentrionale, Umeå, sarà Capitale Europea della Cultura. E poi c’è il cibo. La capitale è da tempo una meta prediletta per i buongustai informati e per gli chef più estrosi, ma negli ultimi tempi la fama e l’influenza della cucina svedese ha superato i confini nazionali. Considerando che la cucina locale è molto legata a ingredienti che si trovano solo sul posto (pesce, selvaggina, frutti di bosco, erbe e formaggi), la cosa migliore è andare direttamente alla fonte di tanta prelibatezza.

5. Malawi
Big Five e spiagge senza ressa
Inizia a immaginare: poche ore dopo aver messo piede a Blantyre, la seconda città del Malawi, ti accomoderai in una stanza super lussuosa (o pianterai la tenda nei suoi pressi) della Majete Wildlife Reserve – fino a un decennio fa questa zona era dominio dei bracconieri, mentre oggi ospita e protegge tutti i Big Five grazie a un progetto di ripopolamento. Qui vedrai da vicino elefanti, rinoceronti, leoni, leopardi e bufali senza disturbarli con il frastuono di un 4×4 come in altri parchi africani. Quindi punterai sul Lago Malawi per un po’ di snorkelling in acque dalla visibilità eccezionale. Oppure sul Mt Mulanje per un trekking tra montagne avvolte dalla nebbia e in un paesaggio lunare. E poi ci sarà il Viphya Plateau, un’inquietante distesa di praterie e colline che sembra provenire dalla preistoria.

6. Messico
Il gigante si sta svegliando
Prendere il sole su una spiaggia caraibica dopo aver fatto l’alba a una festa di Cancún; fare shopping tra oggetti di artigianato dai colori sgargianti o assaggiare sette tipi di mole (salsa al pepereoncino) a Oaxaca; tornare indietro nei secoli di fronte a un tempio maya. Le cose da fare non mancano in Messico. A essere soddisfatti non sono solo i turisti. Oggi i messicani sono più felici di vivere qui di quanto molti di loro ricordino di essere mai stati. Sul fronte dei viaggi lo scenario è migliorato: nuovi musei maya a Cancún e Mérida, ma anche l’installazione della zip line più lunga dell’America Latina sul Canyon del Rame. L’immagine stessa del Messico sta cambiando: è tempo di tornare a sognare un viaggio e, soprattutto, di realizzarlo prima che i prezzi salgano e le folle si riversino nel paese.

7. Seychelles
Paradiso per tutti
Queste 115 isole divine lambite dalle acque blu pavone dell’Oceano Indiano hanno tutto ciò che occorre per la vacanza della vita. Forse, però, la loro reputazione di posto per ricchi può averti tenuto lontano. Buone notizie: oltre a resort esclusivi ed eleganti eco-villaggi, trovi anche B&B amici del portafoglio, suggestive guesthouse e appartamenti – tutte strutture nate nell’ultimo decennio. E se finora sono state le tariffe aeree a far da deterrente, esulta ancora! Negli ultimi tempi la concorrenza ha notevolmente cambiato il panorama delle offerte. E poi c’è molto altro da fare oltre a bere cocktail sulla spiaggia. Ti aspettano escursioni, immersioni, snorkelling, giri in barca e altre opzioni per vivere l’avventura, tutto con l’appeal di uno scenario grandioso. Chi ama la fauna selvatica sarà felice: le Seychelles non sono chiamate le “Galápagos dell’Oceano Indiano” senza motivo.

8. Belgio
I riflessi di una gemma europea da scoprire
In Belgio non mancano le città suggestive – Bruges, Anversa, Gand e Bruxelles, la capitale da percorrere a piedi tra un grande museo e l’altro. Se si parla di mangiare e bere non mancano le occasioni (birra, cioccolato e patatine sono tra i migliori del mondo). La campagna è piatta e tranquilla, i posti di mare sorprendentemente chic, mentre le risorse culturali vanno dai capolavori medievali a Tintin. Eppure le parole “Belgio” e “vacanze” non s’incontrano spesso in una frase. Nel 2014 è atteso un buon numero di visitatori per i 100 anni dell’inizio della Prima guerra mondiale – le commemorazioni dureranno fino al 2018. È probabile che il modo in cui questo Paese è percepito cambi presto. Chi arriva per la prima volta troverà città medievali piene di cose da vedere e da mangiare, tra edifici gotici, dipinti di Breugel, Van Eyck e Magritte, canali e negozi alla moda. E ancora, dolci pascoli dove le mandrie brucano in prossimità di importanti monumenti, ma anche campi di battaglia e cimiteri che testimoniano gli orrori di una guerra da non dimenticare.

9. Macedonia
Ritorno al futuro nello stile dei Balcani
Il 2014 segna la conclusione del rinnovamento della capitale Skopje – un’operazione che ha diviso le opinioni. La città macedone è diventata più accogliente, con nuovi hotel, vinerie e locali che ne fanno un riferimento per la vita notturna dell’Europa sudorientale. Oltre a Skopje e a note mete turistiche come il lago Ohrid, il comprensorio sciistico di Mavrovo e l’antica Stobi, ci sono novità ovunque. La tranquilla Berovo, al confine con la Bulgaria, si sta proponendo come destinazione top per i bagni termali. Nell’idilliaca Macedonia orientale, la vecchia Kratovo, con i suoi ponti in pietra di epoca ottomana e i vicoli lastricati, restaura i palazzi costruiti dai turchi – segno che il benessere è tornato in questa vecchia città mineraria. E nell’arida e vinicola regione centrale di Tikveš nuove vinerie di qualità catalizzano l’attenzione dei viaggiatori.

10. Malaysia
Con energia verso altri traguardi
Nel 2014 si è data l’obiettivo di accogliere 28 milioni di visitatori. E così la Malaysia ha messo sul piatto nuove attrattive. A cominciare dalla riserva ornitologica più vasta del Sudest asiatico, in Malacca: tutela 6000 volatili di 400 specie. E poi Legoland Malaysia e Hello Kitty Land a Nusajaya, di grande richiamo anche per gli abitanti della vicina Singapore. C’è anche un nuovo terminal all’aeroporto internazionale di Kuala Lumpur, dedicato alle compagnie aeree low cost. Le tariffe competitive di Malaysia Airlines, AirAsia, Firefly e della nuova Malindo Air rendono quasi un gioco da ragazzi andare in giro per questo esteso paese. Non mancano voli diretti per le destinazioni più disparate, come Istanbul e Pyongyang. Grandi esperienze ti aspettano nel Borneo malese, dall’esplorazione della remota Kudat ai piaceri terreni del lussuoso Gaya Island Resort di Pulau Gaya. Per i viaggiatori più attivi c’è la bicicletta – il cicloturismo può essere praticato con guide esperte nei dintorni di Sabah. Si pensa di tracciare una ciclabile lungo la costa dello stato di Penang e di mappare le strade riservate a biciclette intorno a Kuala Lumpur.

Best in Travel 2014

Written by Chiara

Le maglie del Giro d’Italia 2014

Le ricette di Carlo Cracco, Rustica con baccalà mantecato