Urbano Cairo si prende il Corriere della Sera

L’Opas di Cairo Communication su Rcs
La scalata imprenditoriale di Urbano Cairo non conosce limiti: fondatore del gruppo editoriale Cairo, presidente del Torino FC, proprietario della rete televisiva La7 e ora anche del Corriere della Sera.

Il Gruppo Cairo Communication si afferma sempre più come uno dei leader nel settore dell’editoria di settimanali, televisiva e della raccolta  pubblicitaria,  dove tra i primi ha sviluppato un approccio di vendita multimediale a partire dalla stampa periodica, per approdare alla TV commerciale, digitale, a pagamento e a Internet.

L’Opas lanciata su Rcs si è chiusa venerdì scorso e costerà circa 80 milioni di euro. Urbano Cairo, fermandosi a parlare con i giornalisti dopo la conclusione dell’assemblea di Cairo Communication di ieri, ha ribadito i suoi programmi di sviluppo del gruppo Rcs, citando le sinergie con La7, lo sviluppo dello sport e in particolare del Giro d’Italia e l’eventuale lancio in Spagna di nuovi periodici, ha sottolineato la rilevanza dei rapporti fra l’editore e il direttore del quotidiano. Cairo ha affermato che non avrebbe mai venduto la Rcs Libri, nemmeno la sede storica nel centro di Milano, la radio e le altre attività che sono state cedute negli ultimi anni dal gruppo.

Cairo sembra aver imparato a menadito la lezione dal suo ex datore di lavoro, Silvio Berlusconi, di cui è stato assistente fino al 1995 quando militava in Publitalia, la concessionaria del Biscione. Ma in questa nuova avventura il Cavaliere non c’entra niente, parola del nuovo patron del Corriere.

Avatar

Written by Chiara

Ischia Global Fest 2016, tutti i premiati

Antonio Banderas sarà Versace in un film