Unesco, i nuovi luoghi Patrimonio dell’Umanità: ecco la nuova World Heritage List

Rebecca Fassone
10/07/2017

Unesco, i nuovi luoghi Patrimonio dell’Umanità: ecco la nuova World Heritage List

Unesco: ecco le novità nella World Heritage List

Si è riunito a Cracovia il comitato incaricato di stilare ed integrare la World Heritage List, la lista con tutti i siti Patrimonio dell’Umanità. Da questo incontro l’Italia è uscita vincitrice con ben 53 luoghi – tra siti naturali e culturali da difendere – ma sono tante le novità anche nel resto del mondo.

La 41esima sezione del comitato Unesco tenutasi a Cracovia, l’Italia – almeno per ora – può cantare vittoria: la nostra Penisola risulta infatti essere il Paese con il maggior numero di siti Patrimonio dell’Umanità, seguita da Cina, Spagna, Francia e Germania. In particolare, l’Unesco ha premiato l’Italia per le antiche faggete ma anche per le opere di difesa veneziane, un sito transnazionale collocato tra la nostra Penisola ma anche la Croazia e il Montenegro. “La sessione dell’Unesco riunita a Cracovia ha iscritto nella lista del patrimonio mondiale dell’umanità due nuovi siti relativi all’Italia. Il primo sono le foreste di faggio primordiali, sito transnazionale condiviso tra il nostro Paese e altri undici Stati europei. Il secondo è un orgoglio dell’architettura italiana: i sistemi di difesa veneziani edificati tra il XVI e XVII secolo” ha commentato Angelino Alfano concludendo dicendo “Con questo risultato, l’Italia si conferma il Paese con il maggior numero di siti Unesco al mondo, ben 53: un’autentica superpotenza di cultura e bellezza”.

“Questo importante risultato conferma il forte e pluriennale impegno dell’Italia nell’attuazione della Convenzione del Patrimonio Mondiale Unesco. Un’opera preziosa che consente al nostro Paese di mantenere il primato del numero di siti iscritti alla Lista e di esercitare un notevole ruolo nella diplomazia culturale nel contesto internazionale” ha commentato il ministro Dario Franceschini.

Credit: © Municipality of Palmanova