Un meeting sull’erba

Redazione
01/10/2010

Crowne Plaza ha introdotto veri tappeti erbosi nelle sale riunioni di molti dei Crowne Plaza in Gran Bretagna e Irlanda.

Un meeting sull’erba

Crowne Plaza per la creativitàRavvivare e rendere meno noiose le sale meeting è spesso una sfida molto difficile: per questo motivo Crowne Plaza ha introdotto veri tappeti erbosi nelle sale riunioni di molti dei Crowne Plaza in Gran Bretagna e Irlanda. Le nuove stanze, arricchite di tappeti in vera erba, hanno lo scopo di stimolare il pensiero creativo tra gli uomini d’affari aiutandoli ad allontanarsi dal solito ambiente lavorativo e percepirsi in uno spazio non convenzionale.

Rosanna Badalamenti, Country Marketing Manager Italia e Iberia IHG, ha dichiarato: ”Le riunioni dovrebbero essere produttive e piacevoli ma tutti noi sappiamo bene per esperienza che molti meeting sono tutt’altro che entusiasmanti. Questa dell’erba fresca in sala riunioni è una delle iniziative di Crowne Plaza per agevolare al massimo i viaggi d’affari dei nostri ospiti, che va ad aggiungersi al programma SleepAdvantage, lanciato nei primi mesi del 2010, e che prevede la presenza di una “quiet zone”, di essenze aroma terapiche e speciali podcast per agevolare il sonno proposte dallo specialista Dr. Chris Idzikowski. Un modo originale per aiutare il risveglio dei nostri clienti e predisporli al meglio per una giornata produttiva”.

Secondo una ricerca svolta da InterContinental Hotels Group (IHG), che vanta un portfolio di brand tra i quali Crowne Plaza, il 40% dei professionisti perdono la concentrazione nei primi 20 minuti di una riunione, spesso a causa dell’ambiente circostante.

Angela Whitlock, autrice del libro Walk on the Grass e relatrice professionista, ha dichiarato: “La ricerca ha dimostrato come, passati i 25 anni, la nostra creatività può diminuire fino al 98%. L’iniziativa di Crowne Plaza è perfetta in questo contesto perché spezza le regole che ci imponiamo e che ci impediscono di raggiungere il nostro massimo potenziale. Si dice che la vista e la sensazione dell’erba fresca riporti gli ospiti indietro con la memoria alla loro infanzia e li libera così dalle barriere sociali che limitano la creatività”.