Umbria Jazz 2014

Dall’11 al 20 luglio

Sabato e domenica sono in programma la finale e la finalina della Coppa del Mondo 2014.

Anche all’Arena Santa Giuliana di Perugia saranno allestiti i maxischermi per assistere ai due match, ma poi spazio alla musica.

Stasera nel capoluogo umbro si alza il sipario sulla 41esima edizione dell’Umbria Jazz, manifestazione musicale che invade per dieci giorni strade, piazze, vicoli e bar a suon di jazz con la bellezza di 200 concerti e 500 artisti.

La serata di apertura all’Arena è intitolata Daptone Super Soul Revue, ed è uno show degli artisti dell’etichetta indipendente di Brooklyn, con le imperdibili esibizioni di Charles Bradley a Sharon Jones.

La giornata conclusiva invece, sarà dedicata al jazz italiano con il convegno che analizzerà la situazione del genere musicale made in Italy e che precederà lo speciale tributo all’indimenticabile genio musicale di Armando Trovajoli, un anno dopo la sua scomparsa, commemorato dall’orchestra di Dino e Franco Piana.

Un ricordo speciale, tutto perugino, anche al popolarissimo promoter Sergio Piazzoli, venuto a mancare neanche un mese fa, e protagonista di tante memorabili serate di Umbria Jazz.

E poi, spazio ai Roots, storica band che fu tra le prime del genere, agli standards di Natalie Cole e alla canzone d’autore italiana con Fiorella Mannoia che presenterà un programma in equilibrio tra la sua passione per la musica brasiliana e l’omaggio a Lucio Dalla. Con lei, due ospiti speciali: Fabrizio Bosso e Danilo Rea.

Senza dimenticare Stefano Bollani che allieterà il pubblico con il bandolim, strumento metà chitarra e metà mandolino tipico dell’Ecuador e suonato magistralmente da Hamilton De Hollanda.

All’Arena ci saranno anche la rivisitazione della musica di Louis Armstrong da parte del suo concittadino Doctor John, ed una serata tutta vocale, quella conclusiva, divisa tra Take Six, Mario Biondi e Al Jarreau.

In teatro suonano, tra gli altri, i gruppi di Roy Hargrove, Chris McBride, Buster Williams, John Scofield, Ambrose Akinmusire, e due emergenti su cui Umbria Jazz ha puntato molto: la cantante Cecile McLorin Salvant e la sassofonista cilena Melissa Aldana. Ci sarà anche la band fresca vincitrice di Grammy, la texana Snarky Puppy.

Molti gli italiani in cartellone, a partire dai senatori Franco Cerri e Renato Sellani. Gli altri nomi sono quelli di Enzo Pietropaoli, Doctor 3, Paolo Fresu, Alessandro Lanzoni, Francesco Cafiso, Franco D’Andrea, Roberta Gambarini, più un omaggio dell’orchestra di Dino e Franco Piana ad Armando Trovajoli con molti ospiti illustri. La strada sarà il regno dei toscani Funk Off.

www.umbriajazz.com

Written by Monica

Ermenegildo Zegna e il business della lana Merino

Giorgio Armani, 80 anni al top