Twitter in borsa

Oggi il debutto a Wall Street

Twitter sbarca in borsa.

Annunciato lo scorso settembre con un tweet, il debutto a Wall Street del canarino turchese del web segna una svolta nella storia settennale del social network.

L’initial public offering (IPO) è stato fissato a 26 dollari per azione, una cifra ben superiore alle attese.

Il pacchetto in vendita è di 70 milioni di azioni, che consentono la raccolta di 1,82 miliardi di dollari. Considerando anche l’opzione per l’acquisto di ulteriori 10,5 milioni di azioni (greenshoe), l’offerta sale a 80,5 milioni di azioni per 2,1 miliardi di dollari raccolti.

Si tratta della quotazione tecnologica più attesa dopo quella di Facebook, siglata nel maggio 2012.

Goldman Sachs – una delle banche che cura l’ipo di Twitter insieme a Morgan Stanley, J.P. Morgan, BofA Merrill Lynch e Deutsche Bank – prevede una crescita dei ricavi del 32% nel 2015.

Il sito di microblogging con base a San Francisco ha scelto di quotarsi al New York Stock Exchange con il simbolo TWTR, a differenza di Facebook che ha preferito il Nasdaq, i cui problemi hanno complicato il primo giorno di scambi del social network, aprendo la strada anche ad azioni legali.

Staremo a vedere se il ceo Dick Costolo riuscirà trasformare la popolarità di Twitter in un business redditizio anche nei piani alti della finanza.

Avatar

Written by Chiara

Artissima 2013

Natalia Vodianova, di nuovo mamma