Tra il Giappone e Palawan

Un viaggio tra cultura e natura

Vi abbiamo parlato del Giappone e delle sue tradizioni, di un luogo dalle mille sfaccettature che permette, a chiunque lo raggiunga, di essere vissuto in modo personale, cogliendone gli aspetti che maggiormente soddisfano i propri interessi.

TOAssociati propone un itinerario alla scoperta del Paese del Sol Levante con la seconda parte del viaggio nell’Arcipelago di Palawan.

Si parte da Tokyo, città che affascina e sorprende per la sua energia pulsante accanto ad aspetti della tradizione e alla ricercatezza del giardini. Si passa poi al parco nazionale di Hakone, situato in prossimità del Monte Fuji, la montagna più alta del Paese, divenuta il suo principale simbolo. Particolarmente scenografica è la crociera sul lago Ashi, dove si riflette la simmetria perfetta del Monte Fuji formando uno dei più bei panorami al mondo.

Si passa a Kyoto, ricca di innumerevoli templi e monumenti circondati da splendidi giardini che ben si fondono con i suoi aspetti più moderni e all’antica città di Nara.

Dopo questo viaggio attraverso la cultura, la storia, l’architettura, la tradizione, la tecnologia e la modernità giapponesi, ci si trasferirà alcuni giorni in uno degli ambienti marini più belli al mondo, un arcipelago tropicale che si estende tra il Borneo e le Filippine: Palawan.

L’arcipelago, formato da 1.768 isole, vanta alcuni tra i più spettacolari fondali del mondo con quasi 11mila kmq di barriere coralline e miriadi di pesci che popolano le sue acque. Ospita foreste pluviali, montagne, i fiumi sotterranei più lunghi del mondo e un’infinità di spiagge. Sono presenti nell’arcipelago oltre 232 specie di flora tropicale e fauna tra cui le orchidee, i ciliegi da fiore, le mangrovie, le scimmie di Palawan, i pappagalli, le tartarughe marine e le manguste. Conosciuto come il “paradiso della vita selvaggia” possiede molte aree protette tra cui la riserva marina di El Nido, un paradiso terrestre tra foreste verdi e lussureggianti, spiagge bianche e sabbiose, sporgenze rocciose e acqua cristallina di colore verde smeraldo. In queste acque vivono i lamantini, gli animali acquatici più rari sul pianeta che si vedono in maniera sorprendentemente regolare a El Nido. La parte marina della riserva è caratterizzata da coloratissime barriere coralline e da innumerevoli specie di pesci tropicali tra cui le mante. La parte interna del parco comprende foreste pluviali, mangrovie e strutture geologiche calcaree uniche.

English version

Avatar

Written by Redazione

Polo: una carovana di lusso

L’acqua è di lusso