Tornano gli Italian Jewellery Awards

L’eccellenza orafa all’insegna del design
Tornano, dopo il consenso della prima edizione, gli Italian Jewellery Awards, il più importante riconoscimento italiano per il mondo della gioielleria e del design del gioiello. Con l’evento di quest’anno il premio vuole consolidare il ruolo di motore per l’intero sistema produttivo orafo italiano, coinvolgendo attori primari del settore e candidandosi a rappresentarne un riferimento imprescindibile per la promozione delle proprie eccellenze a beneficio della gioielleria campana e di tutti i distretti italiani. La proclamazione dei vincitori e la consegna dei premi avverrà il 28 novembre 2009 a Napoli, presso il complesso monumentale di San Lorenzo Maggiore.

L’iniziativa nasce dalla volontà della Regione Campania di promuovere quelle antiche e straordinarie eccellenze orafe del proprio territorio e dei propri distretti nell’ambito più ampio del coinvolgimento e della valorizzazione di tutto il settore.

La gioielleria è fatta di creatività e identità territoriale – commenta Fabrizio Monticelli del Polo Orafo Campano – . Grazie al Polo Orafo Campano si cercano di capire le necessità e le dinamiche del settore, pensando a politiche di crescita mantenendo la sinergia tra le diverse realtà che ne fanno parte. Da qui è nato il Premio, che vuole essere la sintesi tra forte identità territoriale e innovatività.”

Saranno l’innovazione e il design visti come elementi distintivi di eccellenza il filo conduttore delle otto categorie di premi previste (miglior giovane designer italiano, miglior designer professionista italiano, migliore giovane designer britannico, miglior giovane designer campano, il più innovativo punto vendita del settore, la più innovativa campagna di comunicazione del settore, il miglior prodotto realizzato con materiali e tecniche della gioielleria campana, la più innovativa azienda orafa italiana).

Viene confermata al coordinamento della giuria la presenza di Alba Cappellieri, professore associato di Design del Gioiello presso il Politecnico di Milano e storica di design, che organizzerà il lavoro di selezione dei finalisti.

L’Italia è tra i principali produttori di gioielli al mondo e non ha un premio. Questo è il primo. Ciò è un segnale di un sistema poco coeso  – commenta la Cappellieri – . L’IJA serve a raccontare storie di eccellenza e permettere ai giovani di avere accesso a una platea internazionale. La gioielleria italiana è un patrimonio straordinario di conoscenze che attraversa materiali e tecniche e con questa iniziativa viene valorizzata. I criteri che seguiremo saranno l’innovazione e la capacità di stabilire un dialogo con la realtà produttiva”.

La giuria selezionerà i finalisti sulla base della propria ricerca sul campo e delle autocandidature.
La manifestazione è promossa dall’Assessorato alle Attività Produttive e Turismo della Regione Campania e organizzata in partnership con Spring Fair International/The Jewellery Show. L’edizione 2009 vede anche la collaborazione con Vogue Gioiello e il coinvolgimento delle maggiori realtà imprenditoriali campane. È stato inoltre acquisito il patrocinio da parte di Fiera di Vicenza e Ice, l’Istituto Nazionale per il Commercio Estero.
L’iniziativa è organizzata da Spring Fair International/Universal Marketing.

Avatar

Written by Redazione

Il Grand Prix d’Horlogerie de Genève

Ramazzotti guarda ai giovani