Torna Bergamo Arte Fiera

Dal 14 al 17 gennaio 2011

L’arte si ritrova a Bergamo dal 14 al 17 gennaio 2011 con la settima edizione di Bergamo Arte Fiera, che permetterà a oltre centoventi Gallerie di dare spazio ai propri artisti e alle proprie opere. L’elenco comprende le gallerie più importanti che operano attualmente in Italia presenti ad appuntamenti nazionali ed internazionali. Le  strutture presenti, un 10% in più rispetto alla precedente edizione, garantiscono un percorso di alta qualità dove accanto alle opere di artisti ormai “storicizzati” saranno esposte nuove proposte selezionate.

La mostra si presenta come un insieme armonico, senza divisioni in settori, in cui le articolazioni tematiche forniranno diverse opportunità per confrontare le molteplici anime dell’arte del Novecento e della produzione attuale.

Per creare uno spazio espositivo rispondente alle esigenze dei Galleristi e garantire un’esposizione altamente fruibile anche per il pubblico, il lay-out di Bergamo Arte Fiera è stato giocato all’insegna della modernità, in una struttura altamente tecnologica com’è la Fiera di Bergamo.

Quello italiano è un mercato che, a differenza di altre piazze, è caratterizzato da un collezionismo più “genuino”, animato da una sincera passione per l’arte più che da intenti speculativi. E questo è certo un punto di forza in un momento in cui i mercati non sono particolarmente effervescenti.
Un punto di forza che è ancor più significativo se si considera che l’arte italiana contemporanea, in questi anni, è rimasta sostanzialmente immune da forme di speculazione che, invece, hanno fatto salire in modo esponenziale i prezzi delle opere di alcuni artisti stranieri. Ciò fa sì che, ancora oggi, si possano acquistare capolavori italiani a cifre non sbalorditive e che in Italia il mercato non sia soggetto a particolari contrazioni.

Dopo anni di euforia, stiamo attraversando un periodo di ri-bilanciamento. Il mercato è più sano e realistico, soprattutto quello dell’arte italiana del XX secolo che, non essendo mai stato un mercato speculativo, è cresciuto in modo regolare.
Le aspettative per il 2011 non possono, che essere di fiducia e ottimismo. Per ciò che sarà possibile, appare inevitabile indirizzarsi verso un mercato meno speculativo, meno finanziario e forse meno frenetico.

In questa situazione Esposizioni e mostre del nostro Paese permettono fidelizzazione instaurando un processo a catena positivo. Oggi in quasi tutte le regioni esistono una o più mostre dove si possono vedere e confrontare un grande numero di opere, le Gallerie rimangono però i luoghi dove vengono concluse la maggior parte delle vendite, le fiere e le  mostre con il 18% e 11% sul totale dei pezzi venduti diventano punti d’interesse particolare.

In questo contesto si inserisce Bergamo Arte Fiera, un appuntamento consolidato in grado di confrontarsi con l’asse Bologna-Milano-Torino-Verona.

Diversi gli eventi collaterali alla fiera, con una mostra su Mario Sironi, la rassegna Mec Art, il premio Arte Contemporanea Bergamo che verrà assegnato a un giovane artista e molto altro ancora.

www.baf.com

Avatar

Written by Redazione

Via alla stagione della moda fiorentina

Jimmy Choo for man