Torna a Milano il Libro d’Ore Torriani

Ecco la riproduzione di Franco Cosimo Panini Editore

Non solo moda in questi giorni a Milano. Nel capoluogo c’è spazio anche per un evento culturale legato a un capolavoro lombardo. Il Libro d’Ore Torriani, il codice miniato più prezioso del Rinascimento lombardo oggi conservato in Francia, è stato riprodotto da Franco Cosimo Panini Editore, che presenterà l’opera mercoledì 30 settembre 2009 presso il Circolo della Stampa. All’evento parteciperanno Fabio Fazio, Flavio Caroli e Pier Luigi Mulas.

Per l’occasione tutti potranno ammirare e toccare con mano l’edizione in facsimile, che riproduce integralmente e fedelmente il volume originale, blindato nei caveau della Biblioteca del Castello di Chantilly. Il volume è il decimo titolo de “La Biblioteca Impossibile“, la collana dedicata ai codici miniati più illustri del Rinascimento italiano.

Realizzato a fine Quattrocento per la nobile famiglia milanese dei Torriani, il manoscritto è noto come il gioiello del Rinascimento lombardo: una fama dovuta non solo alla preziosità della legatura in argento dorato con smalti e avori, ma anche alle ridottissime dimensioni del libro (più piccolo di un pacchetto di sigarette). Ma lo splendore del codice non si esaurisce nella sontuosa legatura. Una volta aperto, il Libro d’Ore Torriani svela una vera e propria “galleria d’arte in miniatura“, stupefacente per ricchezza e qualità: merito delle miniature – ben trenta – dipinte dalla bottega del milanese Giovanni Ambrogio de Predis.

Caratteristiche che l’edizione in facsimile firmata Panini ha riprodotto con il massimo rigore: per la creazione dell’opera sono stati infatti coinvolti artigiani, legatori e argentieri che hanno adottato le stesse tecniche e gli stessi materiali pregiati impiegati nel Quattrocento per l’originale. La scelta di rivolgersi esclusivamente a maestranze italiane fa inoltre del facsimile Panini un simbolo d’eccellenza del Made in Italy. La tiratura dell’opera – soltanto 980 esemplari per tutto il mondo – è garanzia dell’assoluta qualità e artigianalità delle lavorazioni.

Avatar

Scritto da Francesca

Lascia un commento

Breil: nuovo spot, vecchio amore

Milano Moda Donna PE10: Massimo Rebecchi