Tilda Swinton al MoMA

Dormita d’artista
Aprile, dolce dormire dice un proverbio popolare.

Tilda Swinton non ha aspettato l’inizio del quarto mese dell’anno per schiacciare un pisolino davanti a milioni di turisti che il 23 e il 25 marzo 2013 si trovavano nelle sale del MoMA di New York.

Non si tratta di un caso di narcolessia ma di una performance artistica non programmata che ricalca le opere live di Marina Abramović.

L’attrice britannica – testimonial dal 1995 di “The Maybe”, installazione dell’artista inglese Cornelia Parker inaugurata a Londra alla Serpentine Gallery – ha dormito beatamente in una teca di vetro sotto gli occhi increduli degli ospiti del rinomato museo di arte moderna.

Un matersasso, un cuscino, un bicchiere, una brocca d’acqua e un paio di occhiali di vista, ecco gli unici oggetti che hanno accompagnato la Swinton tra le braccia di Morfeo per tutto l’orario di apertura del Museum of Modern Art.

Secondo alcune indiscrezione, seguiranno altre 10 esposizioni di questo tenore nel corso del 2013.

Good night Tilda!

Tilda Swinton alla Serpentine Gallery nel 1995

Written by Chiara

Peter Pilotto autunno inverno 2013-2014

Terme di Saturnia Spa & Golf Resort