Tiffany luccica a Wall Street

+6,9% di ricavi

Vento in poppa per Tiffany.

La gioielleria di lusso a stelle e strisce continua a brillare a Wall Street.

Dopo aver registrato nel primo quarter dell’anno utili in rialzo del 2,5% a 83,6 milioni di dollari, il titolo continua a crescere anche negli ultimi mesi del 2013..

Il gioielliere newyorkese entra nella stagione delle festività natalizie lasciandosi alle spalle un terzo trimestre con utile netto in aumento del 50% a 94,6 milioni di dollari (0,73 dollari per azione) a fronte dei 63,2 milioni di un anno fa (0,49 dollari per azione).

Il risultato è stato raggiunto grazie al miglioramento delle vendite in tutte le regioni operative e al forte controllo dei costi.

I ricavi sono cresciuti del 6,9% a 911,5 milioni e, escludendo l’impatto delle valute, l’aumento risulta dell’11%. La società ha ampiamente battuto le attese del mercato sia sul fronte dei profitti che del fatturato: gli analisti avevano preventivato un eps di 0,58 dollari su ricavi per 890 milioni.

I solidi dati trimestrali riflettono “il trend favorevole del costo dei prodotti e il buon controllo delle spese”, ha spiegato ad della società, Michael J. Kowalski.

La stagione dello shopping natalizio per Tiffany si preannuncia brillante.

Non resta che congratularsi le new entry arrivate quest’anno nell’organico aziendale: Frederic Cumenal, nuovo Presidente, Francesca Amfitheatrof, nuovo direttore creativo, e Florence Rollet, nuovo Group Vice President – Europe Region.

Avatar

Written by Chiara

Gattuso per Eberhard & Co.

Kia K900, ammiraglia a trazione posteriore