Teatro Regio di Torino con Opera di Pechino

Accordo storico

Il Regio di Torino guarda a Oriente.

Il prestigioso teatro all’ombra della Mole e il National Centre for the Performing Arts (NCPA), più conosciuto come l’Opera di Pechino, hanno stretto uno storico accordo di scambi e coproduzioni.

Nei giorni scorsi, il Sovrintendente Walter Vergnano, ospite del “2014 NCPA World Opera Forum”, ha firmato insieme al Presidente Chen Ping il primo protocollo di intesa tra le due istituzioni mondiali del bel canto.

Con questo accordo il Teatro Regio si proietta in una dimensione internazionale di altissimo livello e di grande interesse storico, riconoscimento ulteriore delle proprie capacità artistiche e gestionali, esempio del meglio che l’Italia riesce a esprimere nel mondo.

Il sodalizio prevede scambi di conoscenze, workshop, corsi di formazione, stage e, soprattutto, la prima coproduzione italo-cinese di un’opera: Samson et Dalila di Camille Saint-Saëns, con la regia di Hugo de Ana.

Inoltre, grazie a questo accordo, sarà possibile assistere nel settembre 2015 alla Prima europea dell’opera di Guo WenjingRickshaw Boy, andata in scena in prima assoluta nei giorni scorsi proprio all’Opera di Pechino.

La Cina è sicuramente in questo momento una delle nazioni con la più alta attenzione nei confronti della musica e dell’opera lirica, come testimoniano i numerosi e super tecnologici teatri d’opera che stanno nascendo in tutto il Paese.

Ecco perchè è un grande motivo di orgoglio per il Regio essere il primo teatro italiano a sottoscrivere un protocollo d’accordo così importante.

Written by Monica

Alexander McQueen cruise collection 2015

David Beckham senza veli per H&M