Svelato il Calendario Pirelli 2012

Presentato a NYC
Avevamo già dato una sbirciata al backstage quest’estate, e finalmente il Giorno X è arrivato: il 6 dicembre è stato svelato con un party glamour a New York il Calendario Pirelli 2012 by Mario Sorrenti, primo italiano a firmare gli scatti del prodotto cult, simbolo di bellezza ed esclusività.

A fare gli onori di casa alla festa al The Armony a Park Avenue è stato il patron di Pirelli, Marco Tronchetti Provera, accompagnato dalle figlie Ilaria e Giada e dalla moglie Afef Jnifen.

Tra i 700 selezionatissimi ospiti del jet set internazionale, oltre alle bellissime protagoniste delle fotografie, star del calibro di Adrien Brody e Julianne Moore, madrina della serata, e poi Valentino, Franca Sozzani, Vera Wang, Daphne Guinness, Jill Stuart, Peter Beard, Sean Avery e Madalina Ghenea.

Nel corso della serata trionfo del made in Italy: per brindare al The Cal 2012 sono state scelte le bollicine della tenuta San Leonardo del Marchese Guerrieri Gonzaga, mentre per intrattenere gli invitati è stato ingaggiato Andrea Bocelli che ha intonato “New York, New York” e “Con te partirò”.

Il Calendario Pirelli 2012 raccoglie 25 fotografie di nudo, di cui 18 in bianco e nero, custodite per la prima volta in una raffinata cartella da disegno rifinita in tela.

Negli scatti ambientati nella selvaggia natura della Corsica, oltre alla splendida Kate Moss, anche Natasha Poly, Lara Stone, già immortalata sul Pirelli dall’obiettivo di Karl Lagerfeld nella scorsa edizione, ma anche le americane Joan Smalls e Guinevere Van Seenus, la polacca Malgosia Bela, la lituana Edita Vilkeviciute, l’olandese Saskia de Brauw e la brasiliana Isabeli Fontana, per la quarta volta tra le pagine del Calendario.

Per quanto riguarda i volti presi in prestito dal grande schermo, ecco l’italianissima Margareth Madè, apprezzata interprete di Baaria, Rinko Kikuchi, Saskia de Brauw e Milla Jovovich.

“L’intensa relazione che si crea tra fotografo e la sua musa – ha detto Sorrenti in merito al suo Cal 2012rappresenta l’essenza per creare un forte dialogo estetico che porta alla sublimazione della bellezza naturale. Nel realizzare il calendario ho quindi posto i corpi a diretto contatto con la natura, che li accoglie come fossero un suo prolungamento, in una serie di immagini in cui roccia e scogli, terra e tronchi, cielo e mare si trasformano in scenografie che ospitano i corpi”.

Avatar

Scritto da Monica

Lascia un commento

Natale 2011, il benessere al melograno

Givenchy sposa il rock