Stefania Mode diventa MODES. Dalla Sicilia al mercato globale grazie alla visione di Aldo Carpinteri

Il mondo della moda è per sua stessa definizione sempre in evoluzione.

Un mondo dedicato ad anticipare tendenze e modi d’essere, aggiornando non solo i capi secondo stagioni e mode, ma soprattutto il terreno che sta alla base e che deve essere mantenuto fertile e fecondo. Un esempio di questo fenomeno è rappresentato dall’azienda di Aldo Carpinteri che, forte del suo successo e determinata a gettare le fondamenta di un’ulteriore crescita, cambia il nome da Stefania Mode in MODES, adottando un marchio coerente con la carica internazionale che ormai contraddistingue questa realtà imprenditoriale.

Il rebranding non vuole indicare solo un fattore nominale, ma significare un processo più profondo che parla di mutamento e diversa sensibilità e che segna un nuovo punto di partenza, per una società che, dalla nascita nel 1971 ad oggi, ha vissuto cambiamenti sostanziali, nascendo come piccola boutique in Sicilia e diventando un rivenditore chiave nel mondo del fashion, ospitando al suo interno più di 300 prestigiosi marchi, fra quelli universalmente conosciuti alle novità più intriganti del settore.

L’attenzione alla selezione dei capi di abbigliamento e degli accessori proposti è un elemento fondamentale nell’organizzazione di MODES, che gestisce il proprio business sia tramite raffinati punti fisici che attraverso il canale dell’e-commerce, binomio vincente che ne rappresenta la sua complessa e ricca natura.

I negozi rappresentano l’origine dell’attività e, dal primo storico punto vendita di Trapani, si sono succedute altre aperture, in località strategiche cariche di fascino, avvolte da bellezza e atmosfera esclusiva, come quello inaugurato nel 2017 a Saint Moritz, dove moda, arte e architettura si legano fra loro e al magnifico paesaggio circostante, esaltato dalle linee semplici ed essenziali dell’arredamento, creando un posto unico, di grande impatto visivo e dallo spiccato spirito internazionale. Ogni boutique risente dell’amore per l’arte e per i contrasti fra elementi di grande contemporaneità e materiali naturali, caratteristiche che permettono di elevare un negozio di vestiti a luogo di conoscenza ed esplorazione. Il rapporto diretto con i clienti viene in questo modo non solo mantenuto ma anche incrementato, fornendo all’attività basi solide e ben radicate nelle realtà locali.

Dall’altro lato, abbiamo un’estesa piattaforma di vendita online che permette di estendere il raggio di azione di MODES in maniera ampia e capillare, rappresentando ormai il 70% di tutta l’attività. Il sito, caratterizzato dalla stessa passione per la linearità presente anche nei negozi fisici, garantisce una navigazione rapida ed intuitiva, fra i settori uomo e donna e la ricerca diretta tramite designer, dove trovare nomi prestigiosi come Fendi, Calvin Klein e Valentino, affianco alle ultime novità come Plan C e Colville.

L’ambizione e l’impegno del fondatore Aldo Carpinteri ha portato questa azienda ad evolversi incessantemente, lanciando MODES verso un successo internazionale e coltivando il binomio di fisico e virtuale che, grazie ad una visione aperta e lungimirante, ne costituiscono sempre di più la forza all’insegna di sviluppo e dinamicità.

Avatar

Scritto da Redazione

Meghan Markle o Kate Middleton: chi indossa l’abito più elegante?

Mostre Venezia 2019: Peggy Guggenheim padrona di casa indiscussa