St Moritz in una penna

Montegrappa si ispira alla località svizzera

Montegrappa, produttore di strumenti da scrittura di lusso, annuncia la creazione di una serie di penne in onore alla località svizzera di St Moritz, in coincidenza con il 2010 St Moritz Arts Masters. Le lussuose penne stilografiche e roller rappresentano in modo efficace sia il villaggio stesso che l’aura che lo circonda.

St. Moritz è un mito dell’immaginario collettivo. Qui i primi sciatori salirono già 50 anni fa e da allora il fascino della cittadina è via via cresciuto fino a diventare un simbolo letterario, cinematografico e una scelta esclusiva per le vacanze di lusso.

Già nel 1934, Alfred Hitchcock la usò nelle scene di apertura di The Man Who Knew Too Much, mentre esattamente 30 anni dopo venne citata nel film di James Bond, Goldfinger e nel 1981 in For Your Eyes Only. Ian Fleming, creatore di Bond, intuì che le località vicino a St Moritz potevano servire come quartieri generali per il cattivo Blofeld nel romanzo On Her Majesty’s Secret Service. In modo più romantico, il cantautore Peter Sarstedt cita St Moritz nell’immortale ‘Where Do You Go To My Lovely’, simbolo dell’eleganza haute monde.

Ma St Moritz è un grande centro di attrazione non solo per lo sci, golf e altri sport e passatempi. Ogni anno questa città accoglie con favore l’arte, celebrata con mostre, seminari, incontri. La terza edizione di St Moritz Arts Masters si svolgerà dal 27 agosto al 5 settembre. Si tratta di un incontro di artisti e collezionisti, esperti e critici; una rara opportunità per il pubblico di approfondire il mondo dell’arte in tutti i suoi aspetti.

E’ giusto quindi che a rappresentare l’evento sia uno strumento che un artista può usare – una penna – un objet d’art impreziosito con raffigurazioni artistiche della stessa St Moritz. Per decorare il fusto, i designer di Montegrappa hanno scelto tre poster storici che illustrano il mito di St Moritz; ciascuna immagine è dipinta a mano dall’artista Lorena Straffi. Le penne sono in celluloide, un materiale composto da fibra di cotone mescolata con pigmenti naturali e madreperla, e sono inoltre ornate da  minuterie o in argento massiccio o in oro 18 carati.

La collezione avrà una produzione limitata a 1856 pezzi, numero che rappresenta l’altitudine di St Moritz e saranno rappresentati tre diversi temi.
Altre otto penne aggiuntive saranno prodotte su commissione con minuterie in oro massiccio 18 carati e diamanti. Il tema sarà a scelta del cliente.

Avatar

Written by Redazione

Venezia 2010: 67. edizione

A settembre torna il Macef