Luxgallery > Abitare > Case di Lusso > Città > Sicilia, è questa la regione italiana secondo il New York Times e Tasting Table in cui si mangia meglio

Sicilia, è questa la regione italiana secondo il New York Times e Tasting Table in cui si mangia meglio

Per noi italiani non è di certo una sorpresa sapere che il nostro è un paese dove si mangia bene. La nostra cucina, famosa in tutto, e soprattutto imitata ovunque, viene spesso elogiata da critici, giornalisti ed esperti della gastronomia. A far rumore è quando gli elogi arrivano da giornali prestigiosi. Il New York Times e Tasting Table, testate che non hanno bisogno di presentazioni, hanno pubblicamente esaltato la Sicilia, definendola la regione italiana dove si mangia meglio e dove si trova uno dei gelati più buoni.

Cosa avrà spinto la giornalista freelance Meredith Belthune (Tasting Table) e Lucas Peterson (New York Times) a incoronare la Sicilia, l’isola italiana, come regina della cucina? Quali cibi avranno assaggiato? Che prelibatezze? Beh, la Sicilia, d’estate – e non solo – si riempie di turisti, è una delle mete più ambite. Soprattutto gli americani la trovano irresistibile per tante ragioni: il paesaggio incantevole, il mare cristallino, la sua storia straordinaria e la tradizione culinaria, tramandata da generazione in generazione. Piatti da 10 e lode per gli americani: la pasta alla norma, gli spaghetti coi ricci di mare e gli involtini di pasta. Senza contare appunto il già citato gelato, le granite da consumare sotto il sole, e gli arancini deliziosi.

I due giornalisti hanno fatto colazione con i cannoli di ricotta di pecora, hanno raccontato di aver mangiato a pranzo melanzane gratinate, insalata di arance, frittele di fave, parmigiana e la famosa caponata; a cena frittura di pesce, gamberi con la conza, baccalà alle pere e chi più ne ha ne metta. A merenda cioccolato di Modica e crespelle fritte. Buoni anche i liquori: il celebre Marsala e l’Amaretto dell’Etna.

Punto di forza della Sicilia sono poi le favorevoli condizioni climatiche che consentono appunto di coltivare prodotti naturali da impiegare in cucina. La terra è bella, ricca, fertile. E in padella tali qualità si fanno più che mai sentire. I due giornalisti, giunti in Italia per il loro reportage, hanno avuto modo poi non solo di assaggiare le specialità locali, ma anche di visitare i posti che rendono la Sicilia un paradiso: Cefalù, Menfi, Licata, Catania, Palermo, Ragusa, Messina e Taormina. Insomma un viaggio che difficilmente dimenticheranno e che ha portato i due redattori a scrivere elogi a non finire sulla Sicilia, culla della cultura culinaria mediterranea. Una regione che non finisce mai di stupire e che vi suggeriamo di visitare.

Tags:

,