Showroomprive, fatturato in crescita nel 2013

Aumento del 50% nei primi 6 mesi dell’anno
Showroomprive si conferma anche nel 2013 uno dei protagonisti internazionali del commercio elettronico on-line e delle vendite private legate ai settori moda e design.

La compagnia, che già aveva incrementato il suo fatturato del 60% nel 2012, non arresta questo trend positivo e mette a segno nei primi 6 mesi del 2013 un aumento dei ricavi del 50% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

In Italia Showroomprive ha trovato un terreno fertile dove espandersi: il Belpaese rappresenta infatti il 50% del fatturato al di fuori dei confini francesi dell’impresa.

Vediamo quali sono le 3 strategie adottate dal sito di e-commerce per ottenere risultati così incoraggianti.

Thierry Petit

Il Mobile Commerce: è il canale chiave per lo sviluppo del commercio online e rappresenta il 20% delle vendite e il 30% delle visite in Italia. “In breve tempo, gli smartphone e i tablet canalizzeranno praticamente tutto il traffico di Internet –  sottolinea il CEO Thierry Petit. – Investiamo molto in questo tipo di strumenti per offrire un’esperienza d’acquisto che superi le aspettative del consumatore e per continuare ad aumentare le vendite con questo canale. Abbiamo degli obiettivi molto ambiziosi per il 2014: fatturare 500 milioni di euro contando sulla grande penetrazione dell’m-Commerce, che va ad unirsi alla nostra visione del modello di commercio, nel quale le marche e il loro sviluppo nel mercato attraverso Showroomprive, occupano il centro nevralgico della nostra attività”.
 
La notorietà della marca “Showroomprive” sospinta dalla campagna TV: lo spot trasmesso in Italia nelle champagne di aprile 2013 e novembre 2012 ha offerto dei risultati più che positivi per Showroomprive. La notorietà della compagnia è aumentata enormemente tra il pubblico obiettivo, e ciò ha implicato un incremento diretto nel numero di soci registrati su www.showroomprive.it e degli acquirenti.

La Crescita Geografica: la Polonia sarà il prossimo mercato che si aggiungerà alla lista di 7 paesi europei nei quali opera la compagnia. L’e-Commerce ha registrato una forte crescita negli ultimi mesi in questo paese, che si profila come uno degli stati con maggior potenziale per il commercio online in Europa e un avamposto nella strategia della compagnia prima di espandersi verso altri mercati dell’Europa dell’Est. Oltre alla Polonia, il Brasile si trova sotto la lente d’osservazione di Showroomprive e la compagnia sta valutando l’avvio delle operazioni anche nel mercato carioca.

Il prossimo obiettivo? Chiudere l’esercizio 2013 con un fatturato di 350 milioni di euro.

Showroomprive Italia

Avatar

Written by Chiara

Versace, resort di lusso a Macao

Festival di Venezia 2013, da Amelio al party di Ciak