Shopping: nuove boutique in Italia

Da Massimo Rebecchi a Alberto Guardiani, da Diesel a Rolex, i nuovi store dedicati a chi ama fare acquisti
Si avvicina l’estate e si moltiplicano le aperture di nuove boutique nelle città più frequentate durante le vacanze o nelle grandi città in vista della pausa estiva.

Ecco il nuovo negozio monomarca Alberto Guardiani a Napoli inaugurato in Via Filangeri, una nuova tappa nell’espansione dell’azienda marchigiana che dopo lo store di Roma arriverà in Corso Venezia a Milano. Ogni dettaglio è studiato per comunicare i valori distintivi dell’azienda. Il punto vendita si appropria ed esalta l’atmosfera unica della città, con vetrine, arredi e illuminazione che azzerano i confini tra esterno ed interno.

Viareggio ha visto, invece, la riapertura della boutique uomo di Massimo Rebecchi, con interni curati da designer e interior decorator d’avanguardia per un progetto di restyling dall’effetto decisamente glamour. Il nuovo negozio sarà crocevia non solo per la clientela internazionale dello stilista, in vacanza in Versilia, ma anche meta d’arte e cultura. Un intero piano sarà infatti destinato periodicamente a mostre ed installazioni dedicate anche ad artisti emergenti.

E veniamo a Milano. In attesa dell’inaugurazione ufficiale della boutique Vertu, un altro marchio sinonimo di lusso inaugura il suo primo negozio d’Europa che sarà inaugurato il 20 maggio 2008. Stiamo parlando di Rolex, che ha scelto il prestigio di Via Montenapoleone. Nel centro saranno proposte le novità presentate a Basilea e vi sarà esposto anche Gmt Ice, il modello più costoso, il cui prezzo al pubblico supera i 400mila euro.

Poco distante, in Via Verri, è stato appena aperto, invece, il primo negozio monomarca al mondo di Zu+Elements. Per elaborare in chiave architettonica i valori del marchio è stato scelto lo studio Giorgio Borruso Design (GBD), pluripremiato laboratorio di design multidisciplinare con sede a Los Angeles. Il linguaggio dei tagli, delle linee segmentate e dei piani mobili pervade l’intero negozio. Le rotture geometriche che si propagano dal pavimento fino al soffitto accentuano la prospettiva. Attraverso il cemento bianco si fa strada il rosso cupo del vetro retro-colorato, mentre gli specchi in vetro satinato collocati sui muri aggiungono allo spazio una ricca patina.

In attesa poi dell’apertura a ottobre del più grande flagship store del mondo in Piazza San Babila, Diesel ha pensato di far vivere ai suoi fan una esperienza particolare. Con l’ausilio della più moderna tecnologia, il marchio trasforma in sculture interattive le vetrine della location, che ospitano un’installazione digitale composta da filmati, immagini e interventi grafici con i quali è possibile interagire. Una camera nascosta cattura figure, forme, ritratti, movimenti; un computer le modifica e genera immagini nuove ‘liberandole’ su due enormi schermi retroproiettati posizionati ai lati di uno schermo touch screen da 34 pollici.

Vuoi essere sempre informato su notizie di questo genere? Iscriviti alla LuxLetter

Avatar

Written by Redazione

Asta record per la Ferrari di James Coburn

Limited Edition Coccinelle