Sharon Stone battitrice d’asta a Cannes

Un galà di beneficenza dedicato a Amfar’s Cinema against Aids al Moulin des Mougins tra star e streeptease

La serata di ieri del Festival di Cannes è stata animata da un galà di beneficenza con una madrina d’eccezione.

A fare gli onori di casa del Amfar’s Cinema Against Aids, infatti, c’era Sharon Stone accompagnata da Harvey Weinstein, l’ex boss della Paramount diventato ora produttore indipendente.

Un serata di gala, che va ad aggiungersi ai tanti eventi di questi giorni sulla Croisette, e a cui hanno partecipato celebrities, star e personaggi del jet set che si sono contesi i tavoli, dal valore di 30 mila fino a 100 mila dollari, del Moulin des Mougins.

La Stone, da sempre paladina di solidarietà, è arrivata a Cannes già da qualche giorno per assistere alla proiezione di Chacun son cinéma, il film collettivo diretto da 35 grandi registi per celebrare il sessantesimo compleanno del Festival e riposarsi ospite a bordo dello yacht del suo amico stilista Roberto Cavalli.

Un’asta di beneficenza molto hollywoodiana pepata dall’esibizione della regina del burlesque Dita Von Teese.

Avatar

Written by Francesca

Luxury: il lusso in mostra

Torna il Trofeo Automobile Club Torino