Sessa Marine, ecco la gamma Fly

Il cantiere lombardo guarda al mondo dell’auto
Sessa Marine lancia la “gamma Fly”. Grazie alla ricerca durata oltre tre anni, il cantiere lombardo entra nella fascia del mercato Flying – bridge con quattro yacht dai 45 ai 70 piedi che saranno presentati entro i prossimi quattro anni. Il 2009 vedrà il lancio del 52 Fly motorizzato con Volvo Ips 2 da 850 hpx2. Il nome della gamma rimane una sorpresa e sarà presentato entro breve alla stampa.

Lo sviluppo della linea nasce dalla collaborazione di tre Centri di ricerca: Naval Design di Napoli, specializzato nello studio delle carene, Centro stile Christian Grande di Parma, per la parte design, e il Centro Engineering Sessa Marine di Cortenuova (Bg) per lo sviluppo e la componentistica definitiva del prodotto.

La linea nasce per racchiudere una specifica scelta motoristica, la gestibilità degli spazi interni, le raffinate finiture e le soluzioni tecniche più attuali dopo un’approfondita analisi del mercato, lo studio di nuove risposte alle richieste dagli armatori e lo sviluppo di un progetto che nulla lascia al caso.

Grazie a Volvo e alla trasmissione Ips nascono nuove opportunità. Abbandonando la linea d’asse, Sessa sfrutta la nuova e moderna propulsione ottimizzando gli spazi e proponendo una linea di yacht di facile gestione grazie alla manovrabilità, aggiungendo rifiniture di qualità e di pregio.

Christian Grande, designer del cantiere, ha studiato un nuovo uso del colore e delle spigolature per rendere la barca più “muscolare”. Lo studio della luce ha portato alla scelta di ideare lo yacht con più parti vetrate possibili, per puri fini estetici e per la continua ricerca di luminosità degli spazi interni.

 “Sulla gamma Fly – dichiara Grande – è facile riconoscere il filone stilistico che caratterizza i modelli Sessa del nuovo corso: ampie superfici vetrate e continue con il guscio esterno, richiami formali e materici all’accantonato mondo “navale”, dagli oblò tondi e accoppiati a modo di bifora, alle falchette convergenti e che fanno da parapetto. Nella gamma Fly si possono identificare similitudini con le forme forti e sinuose delle auto di lusso degli anni ’30-40, che divengono segni caratteristici delle sportive elitarie degli anni ’60, rinvenendone le discrete muscolosità per plasmare carena e hard top del suo Fly”. E ancora: “La figura, volutamente filante e con caratteri sportivi, integra alla perfezione quello che è il nuovo elemento: il ponte superiore scoperto, che dà il nome alla gamma, e che si distingue per la caratteristica leggerezza strutturale ed estetica, proprio a non voler appesantire la sagoma sportiva della barca. Anche in termini di layout funzionale si è optato per soluzioni non convenzionali, con una ampia zona cucina e living proprio sul fly, che diventa fulcro della vita a bordo”.

Il 52 piedi, primo modello della gamma, monterà gli Ips 2 da 850 hpx2. Nel 2010 si passerà poi alla realizzazione di un 60 piedi Ips 3 da 1.100. A seguire un entry level di 45 e un 70 piedi. Le caratteristiche base della gamma Fly la confermano come una barca completa a livello funzionale, con due cucine su vari livelli con enormi spazi dedicati agli ospiti e all’armatore, spazi fruibili per l’equipaggio sempre previsto, bagni per ogni cabina, pozzetti di facile accesso e piattaforme idrauliche di poppa.

Grazie all’ottima suddivisione degli spazi tra servizi, cucine, zona notte e living, ogni yacht della linea nasce con l’obiettivo di diventare una vera e propria casa al mare. La gamma è dedicata principalmente alla famiglia. Inoltre, i bassi consumi, la bassa rumorosità, la facilità di conduzione assicurata dalle trasmissioni Ips favoriscono un posizionamento anche nella fascia degli armatori con poca esperienza di vita di mare.

Il Sessa 52 Fly, prima barca della gamma, sarà presentato al pubblico a partire dai Saloni Nautici del prossimo autunno.

Sessa Marine “gamma Fly”. Dati tecnici principali
Lunghezza galleggiamento: 12.4 m
Lunghezza fuori tutto: 16.20 m
Larghezza massima: 4.70 m
Altezza totale con hard-top: 4.55 m
Dislocamento pieno carico: 24 t
Portata: 16 persone
Carburante: 2 X 1000 litri
Acqua dolce: 2 X 300 litri
Motorizzazione max.: 850 HP/KW 515
Tipo motore: Volvo IPS 2
Carena V poliedrica
Deadrise: 14,5°
Velocità durante i test in mare: 37 nodi
Categoria costruzione: Ce B
Progetto: Massimo Radice
Design: Christian Grande

Written by Redazione

Delizie di San Valentino

In viaggio senza una piega