Sessa Marine C68

La nuova ammiraglia open hard del cantiere lombardo, con una cucina come quella di casaSessa Marine ha presentato il C68, nuovo modello d’imbarcazione da 68 piedi nel segmento open hard top, risultato di un lavoro di team d’eccellenze: Christian Grande per la parte design, lo studio Arnaboldi per le linee d’acqua e il reparto Engineering Sessa Marine per l’industrializzazione generale.
 
Sarà Dada, azienda del gruppo Molteni, a sviluppare gli arredi interni utilizzando tecnologie e soluzioni di design. Un progetto che vuole introdurre nella cucina nautica particolari e soluzioni mutuate dal mondo della casa. Un esempio è l’inserimento della “wine cellar”, un aspetto finora poco esplorato da parte dell’industria del diporto di dimensioni medie. La partnership sottolinea anche l’aspetto di sperimentazione di nuove soluzione tecniche utilizzando il know how e la competenza di Dada per l’utilizzo di nuovi componenti e materiali. 

Dada Contract Division ha progettato per il C68 una cucina basata su una struttura completamente in alluminio, modulare, di facile istallazione e manutenzione. Molteplici le possibilità di rivestimento esterno basate sull’utilizzo di materiali come acciaio e vetro in sostituzione del tradizionale truciolare o compensato marino. Obiettivo è creare un monoblocco operativo completo ove le funzioni cottura, lavaggio, refrigerazione e stivaggio possono svolgersi nella completa funzionalità e sicurezza che una cucina di bordo richiede.

L’obiettivo è portare concetti presenti su grandi yacht come la falchetta alta, le grandi vetrate e le forme della poppa e dell’hangar su una barca di venti metri che diventerà riferimento per il mercato, come lo sono stati in passato C52 e C46” – commenta Riccardo Radice, responsabile marketing Sessa Marine.
 
Nel concepire la nuova barca, Christian Grande ha utilizzato tutti i caratteri che sino a oggi hanno determinato il successo della flotta Sessa Marine, attingendo dal passato e, allo stesso tempo, evolvendo alcuni stilemi considerati tipici del suo design.

L’occhio dell’osservatore sarà rapito dall’equilibrata eleganza dell’insieme e dalla fine cura dei particolari, come la falchetta sagomata. Christian Grande ha utilizzato i colori e i rivestimenti per coniugare esterni e interni, ideando una sorta di flusso luminoso e materico tra coperta e sottocoperta.

Le forme saranno sottolineate dall’utilizzo di velluti e laccati, legni e superfici a specchio, tappeti corrugati e coprifilo cromati. Particolare importanza è stata conferita anche agli spazi di prua e poppa destinati a conviviali e relax. Gli ambienti interni preservano le connotazioni nautiche ma allo stesso tempo diventano veri e propri scenari “domestici”, grazie alle ampie vetrate e alla compenetrazione degli ambienti.

Sessa Marine C68 – dati tecnici principali
Lunghezza fuori tutto Lft: 19.97 m
Larghezza B: 5.15 m
Dislocamento a pieno carico (100% liquidi, 10 pax equipaggio+bagagli): 34.2 ton
Carena: a V poliedrica
Persone max. imbarcabili: 20 pax
Carburante: 3500 lt
Acqua dolce: 1000 lt
Motorizzazione minima: 2 x Man V10 1100 hp
Motorizzazione massima: 2 x Man V12 1360 hp
Velocità di crociera (Man V10 1100 hp, medio carico): 24 nodi
Velocità massima (Man V10 1110 hp, medio carico): 30 nodi
Velocità di crociera (Man V12 1360 hp, medio carico): 28 nodi
Velocità massima (Man V12 1360 hp, medio carico): 36 nodi

Avatar

Written by Redazione

Esxence, la profumeria artistica a Milano

Daniel Swarovski SuperNature