Scusate il Disturbo, asta tra charity e arte

Intervista al tesoriere di Il Volo ONLUS, Paolo Colonna
Giovedì 3 ottobre alle 19.00, Palazzo Isimbardi si trasformerà in una casa d’aste per ospitare la quarta edizione di un’iniziativa che coniuga charity e arte, due temi a noi molto cari.

Anche quest’anno, Il Volo ONLUS (www.ilvolo.com) organizza l’asta benefica “Scusate il Disturbo” per raccogliere fondi a favore delle attività terapeutiche dei ragazzi con disturbi borderline ospitati presso Villa Ratti e della Trattoria del Volo dove lavorano.

In quell’occasione verranno battute 43 opere d’arte di giovani ed affermati artisti e 15 realizzate dagli ospiti della comunità terapeutica.

Abbiamo avuto la possibilità di parlare con l’Ing. Paolo Colonna, tesoriere della Cooperativa Sociale Il Volo, che ci ha raccontato come è nato il progetto e quali scopi si prefigge.

Come nasce l’idea di organizzare l’asta benefica “Scusate il Disturbo”?
L’idea dell’asta benefica nasce dalla necessità di raccogliere fondi per il sostentamento della Comunità Terapeutica Villa Ratti, unica in Italia ad essere specializzata nel trattamento e nel reinserimento sociale di giovani con disturbi della personalità, in particolare di tipo borderline.
Bisogna sapere, infatti, che si tratta di patologie da cui si può guarire, se curati con i giusti strumenti.
A Villa Ratti, i ragazzi vengono seguiti dal punto di vista psicologico e sociale e sono coinvolti in quattri tipi di attività: informatica, cucina, ortoflorovivaismo e arte.
Proprio con quest’ultimo laboratorio, possono comunicare, quasi più efficacemente che con la parola, il loro essere e il loro stato d’animo.
Ecco da dove nasce il rapporto tra Villa Ratti e l’arte.
Molti artisti del panorama nazionale hanno preso a cuore la comunità e sono venuti a tenere dei workshop per i ragazzi. Tra le opere all’asta, infatti, ci saranno 43 opere d’arte di giovani ed affermati artisti e 15 invece di ospiti della nostra comunità terapeutica.

Perchè è stato scelto questo nome emblematico per l’iniziativa giunta ormai alla sua quarta edizione?
Scusate il disturbo ha una molteplicità di significati: da una parte ci scusiamo della nostra insistenza nei confronti degli artisti a partecipare al progetto, poi nei confronti di amici, parenti e conoscenti per il nostro costante invito a contribuire e sostenere la comunità. Infine, con disturbo si intende il malessere dei ragazzi di Villa Ratti, che però non vogliono arrendersi, anzi vogliono, guarire e farsi sentire.

Come mai per l’asta sono state scelte proprio delle opere d’arte, molte delle quali di artisti affermati, e non una diversa tipologia di beni?
Perchè, come ho detto prima, l’arte è uno dei modo con cui i ragazzi riescono meglio a comunicare. Con la cura delle piante, capiscono che con attenzione e costanza si possono raggiungere i risultati; con l’informatica si rendono conto che essendo metodici e seri si arriva sempre ad un risultato, mentre con la cucina, soprattutto con il lavoro nella Trattoria Il Volo, scoprono l’importanza di essere utili e si mettono davvero alla prova rapportandosi con altre persone.

I fondi raccolti durante l’evento in programma giovedì 3 ottobre a Palazzo Isimbardi saranno devoluti a favore delle attività terapeutiche dei ragazzi ospitati presso Villa Ratti e della Trattoria del Volo dove lavorano. Ci può parlare della Comunità Villa Ratti?
Villa Ratti è una Comunità Terapeutica accreditata e a contratto con la Regione Lombardia per 20 posti letto e accoglie giovani pazienti di entrambi i sessi, con un’età compresa tra i 18 e i 35 anni per la durata massima di 24 mesi.
Villa Ratti opera, 24 ore su 24, grazie alla collaborazione di psichiatri, psicologi e psicoterapeuti, educatori, infermieri e maestri di laboratorio, con lo scopo di fornire ai giovani pazienti una graduale riacquisizione di competenze personali e professionali. Raggiunti questi obiettivi, l’ospite sarà quindi pronto per sperimentarsi anche all’esterno della comunità iniziando così un graduale processo di reinserimento sociale e lavorativo.

Per quanto riguarda il rinserimento sociale e lavorativo, un anno fa è nata la Trattoria del Volo, ristorante gestito interamente dai ragazzi.
Si, a Casatenovo, nel cuore della Brianza, è aperta da ottobre 2012 la Trattoria del Volo gestita interamente dai ragazzi di Villa Ratti con un cuoco e un direttore di sala professionisti. La Trattoria del Volo rappresenta per loro un’opportunità lavorativa concreta in linea con il percorso che stanno seguendo e l’inizio della loro nuova vita, tanto che si impegnano molto per poterne fare parte.

Villa Ratti è la principale struttura realizzata dal progetto della Cooperativa Sociale Il Volo, di cui lei è tesoriere. Come nasce questa onlus?
La Società Cooperativa Il Volo – ONLUS nasce nel 2000 con la finalità di attivare strutture e servizi socio-sanitari ed educativi finalizzati alla prevenzione, al trattamento e al reinserimento sociale di giovani con disturbi della personalità, in particolare al tipo borderline.
Oltre a Villa Ratti, con sede a Monticello Brianza di cui abbiamo ampiamente parlato, per realizzare queste finalità, la Cooperativa ha sviluppato il Centro Studi “Carlo Perris”, con sede in Villa Ratti, unico in Italia, e l’Ambulatorio-Centro di Psicologia Clinica e Prevenzione, struttura privata con sede a Casatenovo nato per promuovere, sostenere e recuperare il benessere psicologico e personale, in particolare delle scuole e della comunità locale.

Ci sono delle personalità di spicco coinvolte attivamente nei vostri progetti?
La nostra forza sono i 27 collaboratori, professionisti e missionari, che quotidianamente mettono anima e corpo nel nostro progetto.
Motivo di vanto, sicuramente, è il nostro Presidente, il prof. Giorgio Rezzonico, uno dei massimi esperti italiani in Psicologia Medica e in Psichiatria e Psicoterapia.

Progetti futuri?
Oltre al lavoro, vorremmo offrire ai ragazzi, una volta usciti dalla Comunità anche una casa. Il nostro desiderio è di realizzare al più presto appartamenti a bassa protezione.

Monica Monnis

Avatar

Written by Monica

X Factor, talent show griffato

Silmo 2013