Sanremo 2020: Achille Lauro e la tutina trasparente firmata Gucci

Una performance a sorpresa quella del rapper che ha stupito tutti per la prima serata del Festival della Canzona Italiana

«Spogliato degli abiti per votare la vita alla religione» Achille Lauro

Si è presentato, sulla scalinata della prima puntata della 70esima edizione di Sanremo, con un mantello di velluto nero e oro e una tutina semitrasparente. Achille Lauro spiega di aver citato nella sua performance il momento in cui il Santo si è spogliato dei propri abiti e di ogni bene materiale per votare la sua vita alla religione.

Scandalo

“Il futuro- ha spiegato il cantante- mi vedrà sempre più impegnato in varie forme di arte, senza mai allontanarmi dalla mia prima musa inspiratrice, la musica.” Achille Lauro

Achille Lauro si è presentato sul palco dell’Ariston con un lungo mantello di velluto nero ricamato a mano, che ha lasciato cadere per scoprire una tutina con paillettes oro e argento firmata Gucci. Il rapper ha interpretato la famosa scena attribuita a Giotto in una delle “Storie di San Francesco” della Basilica Superiore di Assisi, il momento più rivoluzionario della storia del Santo, in cui si è spogliato dei propri abiti e di ogni bene materiale per votare la sua vita alla religione e alla solidarietà.

Perché

“La storia della rinuncia di San Francesco ai beni materiali è un messaggio universale che ancora oggi risulta di grande attualità” Achille Lauro

Achille Lauro non ha paura dei giudizi, quindi ha deciso di osare in diretta mondiale. Disposto anche al rischio di arrivare ultimo, nonostante il suo grande talento, chissà cosa ci riserverà il rapper per le prossime serate, non ci resta che aspettare.

Avatar

Scritto da chiaradinunzio

Festival di Sanremo 2020: i look più belli della prima serata

Il 2020 apre in negativo: Coronavirus fa strage anche nel mondo della moda