Salone di Francoforte 2013: Citroen Cactus

Una nuova sfida
Riconciliare estetica e facilità d’utilizzo è la missione di Citroen, riconfermata al Salone di Francoforte 2013 in corso in questi giorni.

La silhouette di Citroen Cactus è inedita e chiara, facile da memorizzare, come le auto che sono entrate nella storia.

Un elemento che colpisce alla prima occhiata è l’Airbump. Questo elemento grafico è situato sulle fiancate e sui paraurti e accentua il carattere a questa vettura svolgendo anche la funzione pratica di protezione contro i micro-impatti quotidiani.
Infatti le superfici morbide sono trattate con materiali soft-touch, per resistere alle rigature, e integrano delle capsule d’aria che assorbono gli urti.
La parte posteriore invece segue lo stesso principio dei fari a LED effetto 3D integrati all’ampio Airbump che protegge il bagagliaio.

Internamente tutto è più comodo, conviviale, con maggiore comfort e questo nuovo approccio strutturale si estende anche ai sedili anteriori che sono disegnati come un sofà, confortevoli e pratici. Il comfort è ulteriormente migliorato anche grazie al tetto panoramico, dotato di trattamento termico, che lascia passare la luce ma non il caldo. Protegge dai raggi UV, con proprietà analoghe agli occhiali di categoria 4.

La Citroen Cactus è mossa da una nuova catena di trazione denominata Hybrid Air. Questa soluzione full hybrid associa l’aria compressa e l’idraulica a un motore benzina a 3 cilindri che offre prestazioni inedite con consumi inferiori a 3l/100 km.

Tutti i comandi sono riuniti su un touch screen da 8“ che è situato al centro della plancia. Ergonomia, facilità d’uso e accesso a CITROËN Multicity Connect è sia per il conducente che per tutti i passeggeri che beneficiano di un portale di applicazioni collegate a Internet che acquisisce i dati del veicolo come chilometraggio, velocità, autonomia, posizione GPS e per fornire informazioni adatte ad ogni necessità.

Citroen Cactus, interni - Salone di Francoforte 2013

Marco Del Bo

Avatar

Written by Francesca

Speciale Festival di Venezia 2013

Mipel 2013