Salone del Mobile 2012, cucina griffata Diesel

In collaborazione con Scavolini

Glamour la linea di occhiali da sole Diesel Shades per la primavera estate 2012 e rock la collezione autunno inverno 2012-2013 Diesel Black Gold presentata da poco alla New York Fashion Week.

Renzo Rosso non lascia nulla di intentato e così il patron di Diesel porta la sua grinta anche nel mondo degli arredamenti di lusso.

E quale occasione migliore del Salone del Mobile 2012 per presentare la cucina Diesel Social Kitchen nata dalla collaborazione con un colosso del settore come Scavolini.

La collezione Successful Living from Diesel è una cucina estremamente moderna nella progettazione e nella componibilità dei suoi elementi, ma allo stesso tempo caratterizzata dallo spirito vintage – declinato nei materiali, nei trattamenti e nelle finiture – che è da sempre parte del DNA di Diesel.

Afferma Valter Scavolini, presidente Scavolini: “volevamo metterci in gioco con un progetto globale che trainasse l’apertura verso nuovi pubblici, specie all’estero. L’internazionalizzazione del nostro brand passa, infatti, sempre di più attraverso progetti unici capaci di reinterpretare il concetto stesso di ambiente cucina. La moda è insieme al design massima espressione del made in Italy, valore sul quale abbiamo da sempre costruito il nostro successo: l’associazione tra questi due mondi paralleli è stata quindi immediata. Abbiamo così dato vita ad una sinergia tra due portavoci dello stile italiano nel mondo come Scavolini e Diesel. Dall’incontro con l’impronta disinvolta ed eclettica di Diesel è scaturito il lato più trasgressivo del nostro brand.”

Diesel Social Kitchen

Cesella Rosso: “abbiamo dato alla luce un prodotto rivoluzionario per il settore”.

Vediamolo nel dettaglio.
Volumi importanti, materiali invecchiati con speciali trattamenti vintage, ante in rovere, maniglie in metallo anch’esse effetto used: l’idea è quella di dar vita ad un ambiente vissuto, che mixa con ironia un’anima vintage a dettagli di ispirazione industriale.
Per quanto riguarda la progettazione, la cucina è costruita non solo sulla componibilità dei singoli elementi, ma anche su moduli separati e liberamente assemblabili tra loro. A rappresentare questo aspetto del progetto è la collezione MISFITS, una linea di oggetti free-standing non modulari che si innestano nella cucina, come carrelli, tavoli ed elementi contenitivi.

L’inconfondibile stile Diesel è pronto a lasciare la sua impronta anche tra i fornelli più amati dagli italiani.

www.scavolini.com/diesel-social-kitchen

Written by Chiara

J.W. Anderson autunno inverno 2012-2013

Angelo Marani, autunno inverno 2012-2013