Royal Golf Silver Trophy – Viceversa Challenge 2009

A Porto Cervo la finale 

È tornato il Royal Golf Silver Trophy, lo storico torneo scozzese famoso anche per gli esclusivi green su cui si disputa, come Abu Dhabi, Miami Beach, St. Leon-Rot, St. Moritz e Porto Cervo.

Proprio in Costa Smeralda avverrà la finale del prossimo luglio, momento conclusivo di una terza edizione che vede la riconferma del Viceversa Challenge, la competizione “al rovescio”. Un grande evento nel segno della tradizione, ma che quest’anno ha consentito la partecipazione, per la prima volta, anche ai golfisti professionisti.

Un torneo che si distingue per le cinque tappe di semifinali giocate sui migliori campi dei tre continenti e che ha organizzato la propria finale al Pevero Golf Club della Marina di Porto Cervo.

La prima semifinale si è tenuta ad Abu Dhabi, tra sceicchi e sultani; poi è toccato al Golf Club di Miami Beach in Florida situato sull’isola di South Beach tra le sponde dell’Oceano Atlantico e la Baia di Biscayne. Seguono la tedesca St. Leon-Rot nella zona di Baden-Wuerttemberg e il Kulm Golf Club di St. Moritz, per concludersi nella macchia mediterranea della Costa Smeralda.

Al Pevero Golf Club gli sportivi si contenderanno lo storico bastone d’argento del Viceversa Challenge International Pro-am. Dal nome già si comprende che la gara consiste nel percorrere il green partendo dall’asta della bandiera della buca n.18 fino a raggiungere il tee di partenza, grazie anche all’assistenza di professionisti.

Anche per questa edizione, il torneo ha tratto spunto dalle origini della disciplina, quando giocare a golf significava percorrere i terreni rasati naturalmente, dal brucare delle greggi scozzesi. Era il XVIII secolo, ma oggi come allore i contendenti del Viceversa Challenge 2009  si cimentano in queste aspre ambientazioni. E lo stesso trofeo è un saggio dell’originale.

Il Royal Golf Silver Trophy 2009 è stato realizzato da Tobia Scarpa, e riprende nome e forme dal primo torneo golfistico della storia, quando si affondavano 12 giocatori di Edimburgo. Al vincitore era assegnata una mazza in argento massiccio di dimensione naturale alla quale poteva appendere una pallina d’argento con il proprio nome inciso.

Un trofeo eccezionale, con location d’elite e sponsor speciali, come “Acqua di Parma Nearest to the Pin Trophy” o il “Bulgari Longest Drive Trophy”.

In accordo con il vero approccio sportivo, anche quest’anno il Royal Golf Silver Trophy 2009  devolverà i proventi delle gare alla Fondazione Legato Dino Ferrari “Sezione Enzo e Dino Ferrari” di Modena, impegnata da oltre 25 anni nella lotta contro la distrofia muscolare.

www.royalgolfsilvertrophy.com

Avatar

Written by Francesca

Nasomatto Black Afgano

Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2009