Luxgallery > Tempo Libero > Sport > Equitazione > Royal Ascot 2013

Royal Ascot 2013

I look più stravaganti

In attesa di Wimbledon, nel Regno Unito è in corso l’altro evento sportivo cult dell’estate inglese.

Il Royal Ascot, il torneo ippico tra i più importanti al mondo, ha preso il via nei giorni scorsi e terminerà il prossimo 22 giugno.

La gara regina del circuito ippico inglese, quello di proprietà di The Queen, è un appuntamento forse più glamour e trendy che sportivo.

Tradizione, infatti, è la “sfilata” di look bon ton per onorare lo storico e prestigioso evento e di cappelli alla My Fair Lady, dai più raffinati in pieno stile high society a quelli più stravaganti, tra fiori, piume, pizzo e nastri.

Il dress code per le lady è preciso: daywear formale, abiti e gonne appena sopra il ginocchio o più lunghi, vestiti e top con spalline di almeno 2.5 cm. I completi pantaloni sono ben accetti, basta che siano lunghi e ben abbinati.
Il cappello è un must e deve essere rigorosamente indossato; sono ammessi i copricapi di altro tipo la cui base misuri almeno 10 cm.

I veri gentlemen, invece, indossano eleganti completi da giorno, in nero o in grigio, con cravatta o papillon ma non foulard. Fondamentali il cappello, che si può togliere solo in alcuni selezionatissimi luoghi, e la scarpa stringata nera.

In prima fila in occasione della prima corsa del torneo, la Regina Elisabetta II, arrivata nell’ippodromo del Berkshire a bordo di una carrozza, accompagnata dal Principe Carlo e da Camilla e dalle nipoti Eugenie e Beatrice, ma senza il marito Filippo dimesso pochi giorni fa dall’ospedale.

The Queen è anche allevatrice di cavalli; quest’anno il suo Estimate correrà nella Gold Cup in programma oggi, e viene dato come favorito da alcuni bookies. In passato i purosangue della sovrana hanno vinto 21 titoli.

Giustificata l’assenza sugli spalti di William e della sua Kate, ormai vicina al termine della gravidanza.