Le fatate note di Rossini nelle notti di Pesaro

Al Rossini Opera Festival

L’italiana in Algeri, La cambiale di matrimonio, Adelaide di Borgogna sono alcuni dei titoli delle opere che verranno rappresentati al Teatro Rossini e al BPA Palas di Pesaro tra il 7 e il 21 agosto.

Torna, infatti, il Rossini Opera Festival, giunto alla sua ventiseiesima edizione.

Protagonista assoluto, come ogni anno, il musicista, figlio illustre della città marchigiana, la cui musica ha fatto discutere da sempre pubblico e critica, ma che ha saputo conquistare i cuori di tutto il modo, tra cui quello del suo conterraneo Giacomo Leopardi.

Gli occhi saranno puntati nella serata di apertura al Teatro Rossini sul melodramma semiserio, Torvaldo e Dorliska, per la prima volta nell’edizione critica della Fondazione Rossini. Si tratta di pagine musicali bellissime, che creano un melodramma fascinoso nonostante la vicenda narrata, di suo, sia poco coinvolgente. Interpreti come Darina Takova, Michele Pertusi, Francesco Meli, Bruno Praticò, Jeannette Fischer, Simone Alberghini guidati dalla bacchetta di Víctor Pablo Pérez e animati dalla regia di Mario Martone, insieme allo scenografo Sergio Tramonti e alla costumista Ursula Patzak si cimenteranno coi difficili equilibri dell’opera semiseria.

Si passerà poi all’omaggio a Mozart nel 150° anniversario della nascita. L’Obbligo del primo comandamento (Die Schuldigkeit des ersten gebots), verrà presentato in dittico con La cambiale di matrimonio per affiancare le due opere prime di due ragazzi prodigio. Il dramma morale del compositore austriaco, verrà proposto in una nuova produzione curata per regia, scene e costumi da Giovanni Agostinucci. La cambiale riprenderà lo spettacolo di Luigi Squarzina del 1991, ancora perfettamente attuale, che vedrà sul podio Umberto Benedetti Michelangeli, per la prima volta al Festival. Accanto a lui Désirée Rancatore e Corinna Mologni, un gruppo di giovani vocalisti delle ultime leve, provenienti dall’esperienza didattica dell’Accademia del Rossini Opera Festival.

La serata del 9 agosto la nuova sede del BPA Palas vedrà il debutto dell’Italaina in Algeri con la scatenata regia di Dario Fo e la partecipazione di artisti come Marianna Pizzolato, Marco Vinco, Alex Esposito e Maxim Mironov, giovanissimo tenore russo, nuovo talento atteso da una grande carriera. Bruno de Simone e il direttore d’orchestra, Donato Renzetti, apportano allo spettacolo il prestigio di una consacrata notorietà.

In forma concertante, il 17 agosto, prenderà vita Adelaide di Borgogna, opera non ancora eseguita al Rossini Opera Festival, con artisti come Patrizia Ciofi, Daniela Barcellona, José Manuel Zapata, Lorenzo Regazzo e Riccardo Frizza.

L’11 agosto sarà la volta del tradizionale Viaggio a Reims, mentre il 18 verrà proposto lo Stabat Mater, interpretato da Darina Takova, Anna Bonitatibus, Dmitry Korchak, Michele Pertusi e Alberto Zedda.
Non mancehranno i concerti di canto affidati quest’anno a Désirée Rancatore, Marianna Pizzolato e ai bassi Lorenzo Regazzo e Marco Vinco.

L’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna interpreterà L’Italiana in Algeri, Il viaggio a Reims e lo Stabat Mater, mentre Torvaldo e Dorliska, Die Schuldigkeit des ersten Gebots e La cambiale di matrimonio verranno affidate all’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento per la prima volta a Pesaro.

Il cartellone:

Torvaldo e Dorliska
Teatro Rossini
7, 10, 13, 16, 21 agosto, ore 20.00

L’obbligo del primo comandamento
La cambiale di matrimonio
BPA Palas (Teatro 2)
8, 11, 14, 18 agosto, ore 20.00

L’italiana in Algeri
BPA Palas (Teatro 1)
9, 12, 15, 19 agosto, ore 20.00

Adelaide di Borgogna
BPA Palas (Teatro 2)
17, 20 agosto, ore 20.00

Stabat Mater
BPA Palas (Teatro 1)
18 agosto, ore 17.30

Il viaggio a Reims
BPA Palas (Teatro 1)
11, 14 agosto, ore 11.00

Concerti di belcanto
Auditorium Pedrotti del Conservatorio Rossini
13, 16, 17 agosto, ore 17.30

Per informazioni:
[email protected]
www.rossinioperafestival.it

Avatar

Written by Redazione

Per l’autunno inverno arriva Tools & Toys

Le terme…si vestono fashion