Romania: in espansione il settore del lusso

In uno dei paesi più poveri dell’Unione Europea l’industria del lusso è in espansione

Auto, design d’interni e gioielli sono i prodotti di lusso preferiti in Romania, paese in cui il mercato del lusso è in espansione, trainato dalla crescita complessiva del paese, nonostante che lo stipendio medio sia di 300 euro.

Stando alle conclusioni di un rapporto redatto dall’agenzia di consulenza per il settore del lusso, CPP Management, la Romania resta uno dei mercati più attraenti dell’Est. Per i brand e per i servizi di tipo “luxury” il paese si posiziona al secondo posto dopo l’Ucraina. Seguono Bulgaria, Serbia e Croazia.

Il settore è trainato da auto, arredamento e gioielli, mentre rimangono indietro moda e accessori che i romeni preferiscono acquistare all’estero. Rimangono scoperti, invece, il mercato del benessere e degli alberghi di lusso.

Come in Russia e Ucraina, in Romania l’attrazione per i prodotti esclusivi registra il livello più elevato della regione dell’Est europeo e coinvolge non solo clienti ricchi ma anche molti appartenenti alle classi medio-alte della società.

Se punti vendita del settore si concentrano soprattutto nelle vie centrali delle città più importanti e della capitale e nei centri commerciali, il Paese ha i suoi brand di lusso e i suoi magnati, che per lo più risiedono nella capitale. Dinu Patriciu è l’uomo più ricco di Romania, petroliere con un patrimonio che ammonta a due miliardi di euro.

Osservatorio Balcani

Vuoi essere sempre informato su notizie di questo genere? Iscriviti alla LuxLetter

Written by Redazione

ControModa: la mostra e le iniziative

Fantasy Bra Victoria’s Secret