Rolex, gestione italiana da record

Con il CEO Gian Riccardo Marini
In autunno, Gian Riccardo Marini si prepara a lasciare la poltrona di amministratore delegato di Rolex al 45enne Jean-Frédéric Dufour, ora alla guida di Zenith.

Il manager milanese, classe 1947, ha gestito magistralmente l’azienda ginevrina di orologi di lusso tanto che il presidente del consiglio di amministrazione Bertrand Gros ha confidato, in via del tutto eccezionale, al giornale Le Temps che l’esercizio 2013 è stato chiuso con numeri da record.

Rolex non è quotata in borsa e quindi per policy non è tenuta a rendere pubblici i dati ufficiali di bilancio ma questa volta la Maison svizzera ha voluto condividere il primato storico di vendite con il grande pubblico: si parla di un margine operativo al 30%.

Gros ha poi confermato che la stima della banca svizzera Vontobel sul livello delle vendite, pari a 4,6 miliardi di franchi (3,8 miliardi di euro circa), “risulta abbastanza precisa”. Questa somma “non comprende però il giro d’affari realizzato nelle filiali Rolex” ha precisato.

Il francese Dufour, terzo CEO di Rolex dal 2008, riuscirà a replicare gli ottimi risultati portati a casa dall’italiano Marini?

Gian Riccardo Marini

Avatar

Written by Chiara

Cani di lusso in vacanza sul Lago di Como

Kim Kardashian, record d’incassi per il videogioco