Riparte la stagione turistica a Portofino

Il Belmond Hotel Splendido è il luogo ideale in cui soggiornare

Passano gli anni, ma non accenna a diminuire il fascino di quel lembo di Liguria conosciuto come il Parco Naturale Regionale di Portofino: istituito nel 1935 per tutelare e preservare gli ottanta chilometri quadrati di meraviglioso territorio tra alberi, sentieri, siti storico/culturali, oggi è divenuto sinonimo di turismo di lusso, specialmente se si prende come punto di riferimento il grazioso borgo di Portofino adagiato tra mare e montagne.

Portofino – Copyright Tyson Sadlo

Se d’inverno il via vai di visitatori si ferma un po’, da maggio in poi la stagione riparte con numerosi eventi e iniziative, cosicché l’eccellenza si unisce alla tradizione creando un connubio del tutto particolare. “Ed ecco, all’improvviso, scoprirsi un’insenatura nascosta, di ulivi e castani. Un piccolo villaggio, Portofino, si allarga come un arco di luna attorno a questo calmo bacino”, queste le parole con cui Guy de Maupassant lo descrisse incantato nel 1889.

Il pacchetto Enchanting Cinque Terre – Copyright Tyson Sadlo

Oggi nulla è andato perso di quell’atmosfera unica e suggestiva: per chi abbia la possibilità, vale quindi la pena di viverla appieno scegliendo il soggiorno migliore. Nonostante l’offerta di alberghi a cinque stelle in questa zona sia alta e sempre di livello, il Belmond Hotel Splendido costituisce senza dubbio una delle opzioni che ci sentiamo di consigliare, specie quello situato lungo la Salita Baratta, da cui si gode di un panorama indescrivibile. Le camere e la piscina collocata nel giardino a terrazze si affacciano infatti direttamente sul mare da un’altezza che consente di spaziare con lo sguardo lungo tutto l’orizzonte, immersi nell’intenso blu del Mediterraneo, nel verde della natura e nei profumi dei fiori, in un’area ben nota tanto il clima mite quanto per la flora prosperosa.

Una vista del Belmond Hotel Splendido di sera – Copyright Sandro Ariu

70 camere e suite arredate con cura, dotate di letti king size e ampi balconi per ammirare la vista privilegiata accolgono gli ospiti che vogliano vivere un’esperienza di vero lusso in una delle location più amate d’Italia; ad attenderli anche una grande piscina riscaldata con acqua di mare, un centro Fitness, un campo da tennis e ben tre ristoranti per non trascurare la bontà dell’enogastronomia ligure. La Terrazza, il Cocktail Bar e il Ristorante Piscina trovano infatti il loro punto forte nelle specialità regionali e nell’ampia selezione di vini, sotto la guida dell’Executive Chef Corrado Corti.

La Junior Suite Deluxe – Copyright Genivs Loci

Affinché il benessere sia totale e completo è aperta al pubblico una Spa dove sarà possibile concedersi una sauna e magari un trattamento rilassante per il corpo. Infine, per agevolare la discesa al mare è presente un servizio di navetta gratuito e per i più esigenti il Chris-Craft Corsair 36, il lussuoso motoscafo privato che può contenere fino a otto persone.

Massaggi all’aria aperta – Copyright Tyson Sadlo

Scendendo invece di dislivello, il Belmond Splendido Mare si affaccia direttamente sulla piazzetta centrale di Portofino, in una posizione comoda per chi non voglia allontanarsi troppo dalla costa. Infine, se si prenota in questo periodo c’è la possibilità di scegliere il pacchetto “Enchanting Cinque Terre”, per visitare, oltre a Portofino, i cinque deliziosi borghi Patrimonio dell’Umanità.

Il ristorante La Terrazza – Copyright Tyson Sadlo
Rilassarsi sulla piscina in giardino – Copyright Tyson Sadlo

Informazioni utili:

Foto in apertura: Il Belmond Hotel Splendido – Copyright Tyson Sadlo

Chiara Giacobelli

Written by Chiara Giacobelli

Chiara Giacobelli è una scrittrice e una giornalista, il cui blog su Luxgallery è dedicato alle eccellenze di vario genere in Italia e non solo: turismo, enogastronomia, eventi, artigianato, personaggi celebri ecc.

Iscritta all'Ordine dei Giornalisti dal 2006, nel 2011 ha esordito ufficialmente come scrittrice con il libro "101 cose da fare nelle Marche almeno una volta nella vita" (Newton Compton Editori); sempre per la Newton Compton ha scritto "1001 monasteri e santuari in Italia da visitare almeno una volta nella vita" e "Forse non tutti sanno che nelle Marche...", entrambi libri di successo con migliaia di copie vendute e varie ristampe con un taglio a metà tra turismo, storia e narrativa.
Nel 2016 è arrivato in libreria l'apprezzato romanzo d'esordio "Un disastro chiamato amore" edito dal gruppo Fanucci (Leggereditore), entrato nei bestseller della narrativa italiana al femminile e uscito di recente in edizione pocket. L'ultima guida scritta è invece "101 cose da fare in Veneto almeno una volta nella vita".
Tiene un blog culturale sull'Huffington Post e scrive per varie testate, tra cui Bell'Italia, Affari Italiani, NonSoloCinema, In Viaggio e altre.
Il suo sito è www.chiaragiacobelli.com, ma potete seguirla anche su Facebook, Twitter e Instagram.

Pescia Street Food 2018: date e programma

Idee gioielli 2018, Montblanc presenta Les Aimants by Charlotte Casiraghi