Renato Pasmanik a Venezia

La mostra della settimana
L’Officina delle Zattere, uno spazio espositivo di arte contemporanea nel cuore della Venezia più pittoresca, ospita dal 15 al 25 maggio 2014 una mostra che mette sotto i riflettori le foto del brasiliano Renato Pasmanik, viaggiatore e fotoreporter infaticabile.

L’esposizione “Un regard silencieux” porta in scena una selezione di scatti paesaggistici che il fotografo 44enne sta collezionando dal 1998.

La mostra all’Officina delle Zattere presenta tappe diverse di questa emozionante avventura vissuta dietro l’obiettivo fotografico.

I soggetti d’eccezione del suo lavoro sono gli angoli più suggestivi della terra, dalla Namibia a Pantanal, da Lençois Maranhenses all’ecoregione del Jalapão, una savana tropicale a 1700 chilometri da San Paolo, isolata da un reticolo di fiumi, torrenti e ruscelli.

Foto di Renato Pasmanik

Renato Pasmanik richiama una contemplazione non inebetita ma costruttiva, come se l’occhio guardando le sue foto si esercitasse a ritrovare la purezza originale e la materialità terrestre. Onirico e reale si intrecciano nelle sue istantanee dove la bellezza della natura rimanda alla coscienza umana.

Per gettare uno sguardo privilegiato sulle meraviglie del nostro pianeta l’appuntamento è in Laguna. Il religioso “silenzio” con cui avvicinarsi alla personale di Pasmanik si confà anche alla location dell’evento: un palazzo che risale agli anni ’50 e ben integrato all’interno dell’edificio conventuale di proprietà della Provincia Religiosa di San Marziano.

Foto di Renato Pasmanik

www.officinadellezattere.it

Written by Chiara

Berlino, il supermercato senza packaging

Pitti Uomo 86