Ramazzotti guarda ai giovani

Andrea Fedeli, international director del brandRamazzotti, l’amaro più antico d’Italia (è nato dalla sapienza erboristica di Ausano Ramazzotti nel 1815, ndr), si propone ai giovani. Infatti, a partire dal 15 ottobre, il lussuoso salotto del Lotvs in viale Monte Grappa a Milano si trasforma, ogni giovedì, in Lotvs Ramazzotti e lancia RamaTonic Aperitif. Protagonista della serata è RamaTonic, il nuovo long drink a base di Ramazzotti e acqua tonica, abbinato agli shot-food, appetizer creati ad hoc da Paolo Casanova, giovane chef del Lotvs.

Per la prima volta viene proposta una studiata armonia tra drink e food, una sintonia di gusto dove il cibo esalta l’aroma di RamaTonic. Niente di fritto o salato, ma shot-food che riprendono alcuni degli ingredienti dell’amaro Ramazzotti – come il gambero con timo, cannella e garofano – o ripropongono idealmente la composizione dei cocktail come nel cubo di carne, rabarbaro, semi di finocchio e cavolo cappuccio che unisce l’elemento sapore con uno neutro e una base di alcol.

Per pubblicizzare Ramazzotti al pubblico dei giovani è stato scelto il dj di Radio DeeJay Albertino e il “suo” Marco Ranzani. “RamaTonic Aperitif – dichiara Andrea Fedeli, international director di Ramazzotti – è il primo progetto firmato Ramazzotti e Lotvs, frutto dell’importante partnership con il locale milanese, che andrà avanti fino a giugno del 2010. Abbiamo scelto un locale di punta della movida di Milano, particolarmente in linea con l’immagine del brand, stylish e contemporaneo, certi che Ramazzotti, l’amaro italiano più bevuto nel mondo, diventerà un nuovo protagonista degli aperitivi più cool”.

Così Ramazzotti si rifà il look…
Ramazzotti è oggi un pilastro dell’italianità nel mondo. Siamo distribuiti in oltre 30 Paesi. Pensi che in Germania è tra i Top 10 Brands 2009 ed è leader incontrastato di mercato. Questo è un risultato ancora più significativo se si considera che è la prima volta che un marchio di alcolici viene menzionato in questa prestigiosa graduatoria (fonte: Nielsen-Gfk 2008, ndr). Questa premessa per sottolineare che siamo forti di una tradizione che non vogliamo disconoscere ma che, proprio grazie a questa, vogliamo entrare in un segmento di mercato diverso. Vogliamo approcciare i giovani dai 25 ai 35 anni e, soprattutto, vogliamo proporci nella destinazione d’uso dei long drinks.

In quest’ottica è quindi molto rilevante l’accordo con Lotvs…
L’accordo con Lotvs è fondamentale non solo per lo svecchiamento del brand, ma perché questo locale, che diventa una volta a settimana una sorta di “Casa Ramazzotti”, è il modello che sarà replicato in altre location in giro per il mondo. Inoltre, legata a questa iniziativa c’è un’altra novità. Abbiamo realizzato una serie limited edition con bottiglie fatte ad hoc per questo locale.

Altri marchi del vostro Gruppo hanno lanciato delle limited edition?
Ramazzotti è un marchio della multinazionale Pernod Ricard che ha in portafoglio diversi brand fra cui Havana Club e Absolute Vodka. In particolare Havana Club 7 años ha sviluppato, Music, una creatività in edizione limitata. Colori e linee sinuose che disegnano personaggi e strumenti musicali, a suggerire l’idea di una festa dove la musica è il mezzo liberatorio dell’energia vitale che da sempre caratterizza questo rum. La nuova creatività, disponibile solo, e in quantità limitatissima, in Italia – a testimonianza dell’importanza che il mercato italiano riveste per il brand – si presenterà in tre varianti. Christmas, disponibile da novembre nei punti vendita della grande distribuzione, per chi volesse regalare o regalarsi un’edizione dalla confezione veramente inedita. Limited edition, per i veri collezionisti del genere e Tailored, che sarà disponibile solo per i privè di 30 locali top selezionati, realizzata in finissimo tessuto elasticizzato con Lycra, personalizzata ad hoc con il nome del locale che la proporrà ai migliori clienti.

E per Absolute?
Continua Absolut Wallpaper, il progetto artistico con cui Absolut reinterpreta e ridisegna i muri delle città. Adesso è la volta di Deborah Dyer, in arte Skin, voce degli Skunk Anansie che firma il nuovo volto del Muro alle Colonne di San Lorenzo, a Milano. Quella di Skin è un’installazione “a tutto rock” che, sotto la forma di una luminosa leonessa ruggente su uno sfondo di blocchi geometrici total black, esprime la visione del mondo di una delle personalità più anticonformiste della musica contemporanea. Questa cooperazione si completa con Absolut Rock, una special edition di fine anno, che vede la celebre bottiglia della vodka premium svedese avvolta in un’attillata sleeve in pelle nera e borchie.

Alessandra Iannello

Avatar

Written by Francesca

Tornano gli Italian Jewellery Awards

Battuta all’asta la Ferrari 599 China