Raffaello a Milano

La mostra della settimana
Si rinnova per il sesto anno consecutivo la partnership tra Eni e Palazzo Marino.

Quest’anno la Sala Alessi della prestigiosa sede comunale di Milano accoglie nel periodo natalizio uno dei massimi capolavori di Raffaello: la Madonna di Foligno.

Dal 28 novembre 2013 al 12 gennaio 2014 è possibile visitare gratuitamente la tela dell’artista rinascimentale proveniente dai Musei Vaticani e per la prima volta esposta nel capoluogo lombardo.

“Portando Raffaello a Milano, Eni ribadisce il valore della cultura come elemento di dialogo con il territorio – dichiara Paolo Scaroni, amministratore delegato di Eni. – Il nostro originale modello espositivo pone al centro l’opera d’arte e offre ai visitatori gli elementi necessari per la comprensione. Le lunghe file pazientemente in coda in questi cinque anni indicano il gradimento di un evento diventato appuntamento atteso e opportunità di arricchimento culturale”.

Il dipinto della Madonna di Foligno venne commissionato da Sigismondo de’ Conti, segretario di Papa Giulio II, come pala d’altare della Chiesa Santa Marina in Aracoeli a Roma. L’opera, trasferita presso il convento dei SS. Anna e Francesco a Foligno, venne requisita dai francesi e portata a Parigi, dove la pellicola pittorica venne trasferita dalla tavola alla tela.
La Madonna appare entro un grande nimbo dorato circondata da una corona di cherubini che prendono la forma delle nuvole. In basso, da sinistra, sono raffigurati San Giovanni Battista, San Francesco d’Assisi, il committente e San Girolamo.

Quest’anno è stata rivolta particolare attenzione al sottofondo musicale della location con una scelta che annovera melodie di diversa provenienza e impostazione, di autori che spaziano dal Medioevo ai giorni nostri e che hanno come denominatore comune il “soffio” della voce.

L’esposizione offre anche un’ampia varietà di supporti video pensati per approfondire la conoscenza dell’argomento e migliorare la fruibilità della visita anche da parte dei bambini.

La mostra, curata da Valeria Merlini e Daniela Storti, è integrata da apparati didattici e da un percorso digitale che comprende website eni.cultura.com, la web application “Il dipinto di un’epoca. La Madonna di Foligno di Raffaello Sanzio”, video e approfondimenti su YouTube, Facebook, Twitter, Google+.

Staremo a vedere se la Madonna di Raffaello registrerà a Palazzo Marino un record di visite come è successo nel 2012 con le due eccezionali opere del Neoclassicismo legate al mito Amore e Psiche, la scultura Amore e Psiche stanti di Antonio Canova e il dipinto Psyché et l’Amour di François Gérard.

Madonna di Foligno di Raffaello

Avatar

Written by Chiara

David e Victoria Beckham su Vogue

Renzo Piano per il Kimbell Art Museum