Raccontami una storia a cena

Incontri con l’autore

Invitare a cena un autore e farsi raccontare una storia.

E’ la proposta della Fondazione Querini Stampalia di Venezia per il prossimo mese di novembre.

Dopo il successo ottenuto a marzo 2006, infatti, la Fondazione ha riporposto l’iniziativa. Quaranta persone per quattro mercoledì potranno cenare assaporando il menù preparato dallo chef della Caffetteria Barbarigo della Fondazione accompagnato da vini, intonati al tema della serata, offerti dalla casa vinicola Botter e facendosi cullare dalle parole di un protagonista della scena culturale veneziana e nazionale in un ambiente raccolto e speciale come quello degli spazi della Querini Stampalia progettati da Mario Botta.

Non più i classici incontri letterari, ma la convivialità prima di tutto. Il narratore non è separato dagli ascoltatori, ma in mezzo a loro, nel clima di cordialità e confidenza che solo un pubblico di piccoli numeri rende possibile. La scelta degli autori è suggerita dalla notorietà e dalla capacità di raccontare in pubblico, di essere degli affabulatori.

Raccontami una storia a cena, inizierà mercoledì 8 novembre con Alessandro Marzo Magno scrittore veneziano collaboratore per il settimanale Diario, dove si occupa di esteri e curatore di diversi testi pubblicati da il Saggiatore.

Mercoledì 15, prosegue la chermesse con Gian Mario Villalta nato a Pordenone, insegnante di liceo e direttore artistico del Festival Letterario pordenonelegge.it. Ha scritto libri di poesia e numerosi studi e interventi critici su rivista e in volume. Per la narrativa è uscito con un libro di racconti, due romanzi di cui uno appena pubblicato e un racconto della poesia italiana contemporanea.

Il 22 interverrà Marco Franzoso nato nel 1965 in provincia di Venezia, dove attualmente abita. Ha esordito nel 1994 ha scritto anche un racconto dal quale è stato tratto uno spettacolo teatrale interpretato da Bobo Citran, e rimasto in tournée per due anni. Tu non sai cos’è l’amore (Marsilio, 2006) è il suo ultimo romanzo.

Chiude Anna Maria Carpi il 29 novembre. L’autrice vive a Milano e a Venezia dove insegna letteratura tedesca all’Università Ca’ Foscari. Ha pubblicato i romanzi e tradotto poesie di G.Benn (Giorni primari, 1981; Flutto ebbro, 1986; Frammenti. Distillazioni, 2004), H.M.Enzensberger (Musica del futuro, 1997 e Più leggeri dell’aria, 2001), F.Nietzsche (Le poesie, 2000), D.Gruenbein (A metà partita, 1999 e Della neve, 2005).

Nel bookshop della Querini Stampalia sarà in vendita la collana delle pubblicazioni delle storie in libretti singoli con l’obiettivo di diversificare la proposta culturale a Venezia, puntando su un investimento qualificato di risorse culturali, aziendali, professionali. Gli incontri a cura di Anna Toscano si ripeteranno a gennaio con altri quattro mercoledì con l’autore.

Fondazione Querini Stampalia
Santa Maria Formosa
Castello 5252
30122, Venezia

Prenotazioni:
Caffetteria Barbarigo
tel. 041/5289758
chiuso il lunedì

Bookshop:
dueB e unaC snc
tel. 041 5234411
fax 041 5212123
[email protected]
www.duebeunac.com

Avatar

Written by Redazione

Cina, nascita di un Impero

Magma lampadari come sculture