Quando il dialogo diretto con i Media aumenta la visibilità del tuo brand

La rivoluzione digitale è arrivata ormai ad essere definita digitalizzazione 4.0, segno che la penetrazione delle nuove tecnologie e dei nuovi media sia ormai divenuta una realtà.

Infatti, nel giro di pochi anni, questa trasformazione ha imposto un cambiamento nelle strategie comunicative dei brand, in relazione al numero di potenziali clienti presenti online. A questo proposito, recenti stime hanno confermato che gli utenti internet mondiali hanno superato i 4 miliardi e, di questi, 3,48 sono utenti Social. 

Questi dati non fanno che confermare come per i brand, soprattutto quelli che appartengono al settore della moda, poter godere del supporto di una Pr Agency sia diventata una prerogativa fondamentale per poter far crescere il proprio business online. 

Moda e Digital Transformation

Il settore del fashion ricopre nel nostro Paese, tradizionalmente, un’importanza cruciale, grazie al rilievo internazionale che il Made in Italy ha saputo conquistare e mantenere. Forse, proprio per questo, la moda ha saputo adattarsi con dinamicità e flessibilità alle nuove richieste dei propri consumatori, sempre più desiderosi di acquistare sull’e-commerce o comunque, poter “sfogliare” le nuove collezioni direttamente dal proprio smartphone. 

D’altro canto, i brand, da quelli delle grandi maison a quelli degli astri nascenti, e i principali attori di questo settore hanno imparato l’importanza e gli impatti positivi sul business che una corretta comunicazione, portata avanti da un Media Buying qualificato, può avere agli occhi dei consumatori e soprattutto sulle vendite. 

Infatti, i veri protagonisti della crescita digitale dei brand di moda sono non solo gli stilisti che propongono nuove collezioni al passo con i cambiamenti di gusti dei consumatori, ma l’ufficio stampa digitale, Pr Agency e Media Buying Agency che hanno saputo interfacciarsi nella maniera più corretta e produttiva con i nuovi media. Per comprendere questo aspetto, è importante sottolineare come gli uffici stampa siano cambiati in maniera radicale negli ultimi anni, dimostrando di avere le capacità per padroneggiare le nuove piattaforme Social Media e saper entrare in empatia con i consumatori nativi digitali. 

Ufficio stampa Milano: digitale e smart

Un ulteriore elemento da prendere in considerazione è poi il rilievo crescente che ha assunto Milano negli ultimi anni, aggiudicandosi sempre nuovi traguardi e occasioni di visibilità (non ultime le Olimpiadi Invernali che si terranno a Cortina). 

Il capoluogo meneghino, quindi, oltre ad essere tradizionalmente un ambiente in cui la moda ha saputo esprimere appieno le proprie capacità, ha saputo trasformarsi insieme ad essa, diventando un vero e proprio polo attrattivo per stilisti affermati, brand di lusso, esperti del settore e appassionati. 

Per questo, è cresciuta la domanda per le aziende che svolgono l’attività di ufficio moda (Milano, in particolare, risulta un luogo competitivo) con un orientamento improntato al digitale e al risultato. 

Tra queste, in particolare Errani Studio PR & Communication ha saputo cogliere con dinamicità e precisione i cambiamenti del digitale: grazie alle competenze digital del proprio team, ha integrato e arricchito il proprio portfolio con numerose collaborazioni di successo, anche di celebrity endorsement. Ufficio stampa (Milano è la sede principale), personalizzazione e concretezza dei risultati sono gli assi portanti che, grazie alle solide fondamenta di più di 25 anni di esperienza, consentono di realizzare progetti di comunicazione integrata sartoriali e posizionanti sia online che offline. 

 

Avatar

Scritto da luigipallucca

Kaia Gerber come Cindy Crawford: indossa l’abito rivisitato di sua mamma

New York Fashion Week 2019: le star presenti al Front Row