Pura +, le lavatrici Samsung con l’argento vivo

Con il sistema unico di lavaggio Silver Nano

Forse non tutti sanno che il settore Ricerca e Sviluppo di Samsung non si limita soltanto ai prodotti hi-tech, ma estende le sue ‘visioni’ fino al campo degli elettrodomestici di uso comune quali, ad esempio, le lavatrici.

Così, il colosso coreano, sfruttando la propria capacità tecnologica ha messo a punto e presentato una nuova lavatrice con capacità di 10 Kg, caratterizzata dalla nuova tecnologia denominata Silver Nano. Il nuovo elettrodomestico si chiama Pura+ e il trucco consiste nel fatto che nel corso del lavaggio vengono rilasciati nell’acqua ioni d’argento Ag+ che penetrano in profondità nei tessuti attivando una profonda azione disinfettante.

Nella fase di risciacquo queste microparticelle formano un legame con le fibre dei capi, inibendo la formazione di cattivi odori ed eliminando il 99,9% dei batteri, anche con lavaggi in acqua fredda (30°C). Inoltre, secondo quanto affermato dalla casa produttrice, l’effetto antibatterico si protrae sui tessuti fino a 30 giorni dopo il lavaggio. Altre caratteristiche di spicco del prodotto sono il motore Direct Drive Inverter (che modifica la propria potenza in base all’energia richiesta) e il display digitale per un’intuitiva e veloce impostazione dei programmi di lavaggio.

La tecnologia
Prima di essere lanciata sul mercato, la tecnologia Silver Nano è stata messa alla prova da numerosi test di laboratorio effettuati nei laboratori Samsung di Germania, Stati Uniti e Corea. Ecco come funziona, più nel dettaglio, il nuovo sistema Silver Nano.

L’argento (impiegato anche dalla Nasa per preservare la purezza dell’acqua negli Shuttle) è efficace contro ben 650 tipi diversi fra germi, funghi e batteri, grazie alle sue proprietà biologiche antibatteriche e antimicrobiche. Inoltre, è un elemento antiallergico, inodore, incolore e non tossico, che non macchia la pelle né lascia tracce sui tessuti.

Nella lavatrice Pura+ gli ioni d’argento vengono creati attraverso l’elettrolisi.
Quando due elettrodi, uno di argento e l’altro di rame, vengono sottoposti a differenti potenziali elettrici, sulla superficie dell’elettrodo di argento (positivo) si formano gli ioni d’argento (Ag+) che vengono attirati dall’elettrodo di rame (negativo). Durante il passaggio, vengono quindi trascinati via dal flusso dell’acqua e portati in vasca penetrando in profondità nei tessuti, eliminando batteri, muffe, funghi, microbi e cattivi odori direttamente dalle fibre del tessuto. Il contatto ripetuto con i tessuti, dall’inizio fino al risciacquo finale, crea un forte legame con le fibre e le protegge per 30 giorni.

Per informazioni:
Il corporate blog di Samsung

Avatar

Written by Redazione

La TV nel pallone

I profumi di Afrodite