Pronovias compie 50 anni

Mezzo secolo di abiti da sposa da sogno

Era il 1964 quando sulle orme della Boutique “El Suizo” nasce Pronovias, oggi brand leader mondiale del settore sposa.

Tra pizzi e ricami preziosi la maison spagnola in questo mezzo secolo di storia ha vestito i sogni di milioni di donne in tutto il mondo regalando loro un abito da sposa da sogno.

In occasione delle celebrazioni il suo 50° anniversario e, con lo slogan “50 Years Dressing Dreams”, Pronovias festeggerà questo importante traguardo attraverso una serie di iniziative spalmate nel corso di tutto l’anno.

Iniziamo con il “Brand Book Pronovias”, una pubblicazione attraverso la quale la maison ripercorrere i suoi primi 50 anni di storia.
Attraverso il racconto di stilisti, spose, modelli, ambasciatrici e dipendenti e alcuni cenni sul contesto sociale, storico ed economico, vengono riassunti i momenti salienti che hanno contraddistinto la creazione e l’evoluzione del marchio.

Partirà da Barcellona per poi toccare New York e Milano la mostra retrospettiva: “La Maison Pronovias”.
Attraverso abiti e accessori significativi verrà raccontata l’evoluzione della moda senza dimenticare di mettere in luce alcune delle collaborazioni più interessanti del bran con alcuni grandi stilisti: Pedro Rodríguez negli anni ’70, Francesco Arena negli anni ’80, Manuel Mota negli anni ’90, Emanuel Ungaro, Valentino o Badgley Mischka a rappresentare il 2000, fino all’attuale collezione Elie by Elie Saab.

Infine, in concomitanza con la presentazione delle collezioni Atelier Pronovias e Pronovias 2015, il Brand celebrerà i suoi 50 anni di storia con una sfilata e un allestimento unico alla presenza di numerose celebrity e volti noti del cinema e della moda.
Il mood della collezione sarà ispirato alla fantasia, al piacere, all’amore e alla passione per un mestiere che ha
permesso di vestire i sogni delle spose di tutto il mondo per mezzo secolo.

Boutique "El Suizo" Barcellona - Pronovias

www.pronovias.com

Written by Francesca

Maison & Objet 2014

Gucci, party a Parigi per The Director