Mare, ghiacciai, natura selvaggia a primavera

Le proposte più cool

Colori, sole, mare e l’ultima neve: la stagione del risveglio della natura è ideale per visitare luoghi singolari che in questo momento dell’anno danno il meglio in termini di bellezza paesaggistica e non sono ancora molto frequentati come d’estate.

Abbiamo già parlato delle proposte per le crociere e per la montagna. Ora parleremo di viaggi in terre lontane e piene di magia che rispondono ad ogni esigenza, dal mare delle Mauritius, alla cultura di Israele alla neve dell’estremo Nord dell’Europa.

L’esotismo delle Mauritius
Anticipare il caldo dell’estate e la voglia di mare, con una vacanza alle Mauritius è il modo migliore per scrollarsi dalle spalle l’inverno e lo stress quotidiano. Per tutti i gusti le offerte dei due resort One&Only, Le Saint Géran e Le Touessrok, punto di incontro tra la cultura locale e l’ospitalità di livello internazionale, caratterizzati dal lusso combinato ad un attento servizio personalizzato, da Spa prestigiose, da una cucina realizzata dai migliori chef del mondo, dall’intrattenimento dal vivo e da numerose attività.

Lusso e natura
A base di natura e svaghi lussuosi può essere invece un viaggio in Argentina per ammirare le riserve faunistiche della Patagonia, i ghiacciai, le Ande e Buenos Aires. Due gli itinerari proposti da Azeta Viaggi. Il primo, porterà alla scoperta della Patagonia e della Terra del Fuoco, partendo dalle Ande per arrivare al ghiacciaio Perito Moreno e passare alla Terra del Fuoco per terminare a Buenos Aires, con soggiorni nei più famosi hotel a cinque stelle dell’Argentina, alcuni dotati di campi da golf e la possibilità di compiere escursioni. Il secondo, in cui si alloggerà in yacht e hotel prestigiosi, prende il via da Iguazù con visita alle cascate per passare a Calafate per visitare i ghiacciai e Bariloche finire con la capitale.

Unisce natura e lusso anche un viaggio nel Kenya dalle atmosfere romanzesche, coloniali e selvagge, lontano dalla costa. L’itinerario proposto da African Explorer parte da Nairobi per arrivare nel cuore del Parco Nazionale di Amboseli, nelle vicinanze del Kilimanjaro alla ricerca degli animali selvatici, con sistemazione al Tortilis Camp, campo tendato di lusso, dal design raffinato e dai profili in perfetta armonia con l’ambiente circostante. Si passerà poi nella Riserva Masaai Mara all’Elephant Pepper Camp, campo esclusivo situato in un’area privata adiacente il parco e per questo lontano dalle affollate rotte turistiche. Il parco verrà esplorato in due intense giornate di fotosafari e walking safari con ranger e pranzi e cene nel bush, serviti in un’elegante atmosfera pionieristica. L’ultimo giorno sarà trascorso a Nairobi, dove ci si potrà rilassare nella piscina dell’elegante Macushala House Hotel, posto in un area tranquilla, completamente immerso in un rigoglioso giardino.

Alle radici della storia
Storia e paesaggi suggestivi: è la ricetta di un viaggio in Israele in piena libertà soggiornando in Kibbutz – tipiche comunità associative israeliane immerse in immensi agrumeti – grazie alla proposta AuraTours. Scavi archeologici onnipresenti riporteranno alla memoria personaggi, fatti e popoli famosi succedutisi nel corso dei millenni, per arrivare ad epoche più recenti, dalla conquista araba e le Crociate, all’olocausto, alla proclamazione degli Stati d’Israele e Palestina. Senza trascurare il fatto che oltre ai suoi luoghi storico-religiosi unici al mondo, Israele può offrire al turista più esigente anche incantevoli spiagge sempre soleggiate, bagnate da ben quattro mari: Mar Mediterraneo, Mar Rosso, Mar Morto e Lago di Tiberiade.

Ancora in motoslitta
Chi, invece, già rimpiange la neve può andarla a ritrovare nell’estremo Nord dell’Europa per un safari in motoslitta in Lapponia. Travel R-evolution propone due itinerari che corrono attraverso migliaia di chilometri attraverso la natura e il silenzio. Il primo parte dalla Svezia, per passare alla Finlandia e al confine russo, per arrivare in Norvegia e al parco nazionale di Pasvik, regno dell’orso bruno. Il secondo comincia con un pernottamento nell’Ice Hotel di Jukkasjarvi e con una prima giornata nel cuore della Lapponia svedese che porta al confine con la Finlandia e da qui si prosegue verso una zona selvaggia e praticamente disabitata. Si entra in Norvegia, tra percorsi montagnosi, fiumi ghiacciati, fino al Mare di Barents, per portarsi poi a Smalfjord, il fiordo più orientale della Norvegia.

www.oneandonlyresorts.com
www.azeta.com.ar
www.africanexplorer.com
www.auratours.it
www.travelrevolution.com

Avatar

Written by Redazione

Scentys by Presensia: esperienze a cinque sensi

Physio Passion by Korff