Prada batte Apple

Monica
04/11/2011

Prada ha vinto il bando dell’assegnazione dello spazio lasciato libero da McDonald’s in Galleria Vittorio Emanuele a Milano grazie a un'offerta economica strabiliante

Prada batte Apple

Per lo spazio in Galleria a Milano
Il tributo a Steve Jobs da parte della Città di Milano dovrà aspettare ancora.

Nonostante fosse data per certa l’assegnazione alla Apple dello spazio lasciato libero da McDonald’s in Galleria Vittorio Emanuele, come tanto auspicato dal genio visionario di Cupertino, è stata una Griffe del made in Italy ad avere la meglio.

Il bando del Comune per la concessione dei locali attualmente occupati dalla catena di fast food è stato vinto da Prada, la cui proposta ha avuto la meglio su quelle delle altre due pretendenti ovvero Apple e Gucci.

A determinare la vittoria della maison milanese, già presente nella galleria meneghina, è stata l’offerta economica presentata a dir poco strabiliante.

Nonostante il progetto dell’azienda statunitense sia stato il più apprezzato, per quanto riguarda la proposta economica non c’è stata partita: Prada ha offerto un rialzo del 150% dei canoni di base fissato a 2 milioni e 118mila euro per i primi 5 anni e di 3 milioni e 629mila euro per la restante durata della concessione, Gucci del 25% e Apple solo dell’1%.

Il punteggio finale è stato quindi di 86,13 per Prada, 53,307 per Gucci e solo 50,897 per Apple.

Le spese per Prada non sono finite, anzi, sono solo all’inizio: il bando inoltre prevede che il nuovo concessionario si impegni a proprie spese a eseguire i lavori di ristrutturazione e adeguamento funzionale per lo svolgimento della nuove attività.