Pomellato ceduta a PPR?

Entro marzo la fine delle trattative
Grande fermento in casa Pomellato quest’anno.

A settembre 2013 debutterà la prima fragranza della maison orafa grazie all’accordo di licenza pluriennale in esclusiva mondiale con il Gruppo ICR-ITF (il 60% di Italian Fragrances di Roberto Martone è stato acquisito in questi gorni dal gruppo farmaceutico Angelini).

Entro marzo 2013 sembra invece che l’azienda milanese di alta gioielleria passerà nelle mani di PPR mentre la famiglia Damiani rimarrà azionista di minoranza.

Il colosso francese del lusso, a cui fanno capo marchi prestigiosi come Gucci, Bottega Veneta e Stella McCartney, non ha reso noto i termini dell’accordo, che dovrebbe essere finalizzato a fine mese.

PPR rafforza così la propria presenza nel campo dei preziosi: dopo la recente acquisizione della maggioranza di Qeelin, marchio di gioielli di lusso made in China, le mire su Pomellato potrebbero mettere a segno un altro colpo grosso in questo settore.

Anche Swarovski, Prada e Renzo Rosso avrebbero presentato offerte per Pomellato, che però sono state giudicate insufficienti o fuori tempo massimo.

Avatar

Written by Chiara

Rihanna sceglie Givenchy per il tour

Missoni compie 60 anni