Polo Club St. Tropez

Uno dei più esclusivi polo club d’Europa

Siamo a metà degli anni Cinquanta e la sorte di un piccolo villaggio di pescatori del Sud della Francia sta per cambiare per sempre. In questa località, fino ad allora praticamente sconosciuta, viene girato il film ‘Piace a Troppi’, che, oltre a lanciare Brigitte Bardot come sex-symbol, trasforma St. Tropez in un emblema della Dolce Vita.

Ad oggi, questo affascinante paesino è meta preferita di VIP e membri del jet set internazionale e, con gli immensi panfili ancorati nella suggestiva baia, con i ristoranti di lusso e gli hotel a cinque stelle, con le bellissime spiagge, è il posto ideale per ospitare uno dei più esclusivi polo club d’Europa.

Fondato nel 1998 da Corinne Schuler, una grande appassionata di questo sport, il Polo Club St. Tropez è uno dei club europei che ospita eventi di maggior prestigio. Sedici ettari di terreno, due campi regolamentari, la possibilità di ospitare fino a 300 cavalli e una club house disegnata dall’architetto Marco Fournier, attraggono giocatori di tutti i livelli e di tutte le nazionalità e un numeroso pubblico che include personaggi noti quali Bernard de la Villardière, Jean Reno, Florent Pagny.

La stagione di gioco incomincia ad aprile con il Torneo di Pasqua e si conclude a ottobre con la France/India Business Cup, nel corso della quale i team dei due Paesi si affrontano prima in groppa ai cavalli e poi a bordo di kart da golf. Ma il polo, si sa, non è solo il gioco; è stile di vita. Intorno ai match dei tornei di alto livello che si svolgono in questo club – la International Cup, l’Open de Gassin e la Gold Cup, solo per citarne alcuni –, ruotano attività che vanno dalle sfilate a cavallo per le strade del paese, alle cene nei locali più in del posto; da aperitivi di benvenuto nell’accogliente Club House, a serate in storiche discoteche quali ‘Le Cave du Roi’ e ‘VIP Room’, fino a importanti eventi di beneficenza.

Uno di essi, tenutosi nel 2008, è il Mentor International Prevention Awards Gala and Charity Match. Sotto gli occhi di Sua Altezza Reale la Regina di Svezia, fondatrice della Mentor Foundation – una ONG che opera nel campo della prevenzione dell’abuso di droga e della promozione della salute e del benessere dei giovani -, due team hanno dato spettacolo, rendendo i presenti partecipi della magia di questo sport.

Per chi frequenta questa località elitaria, una tappa al polo club è dunque un must. Dopo una giornata passata a risposarsi in spiagge quali la bellissima Pampelonne, Nikki Beach, La Voile Rouge, e a fare shopping per le vie del paese, nulla è più adatto che un pomeriggio passato al Polo Club St. Tropez. In fondo, St. Tropez è simbolo di un certo stile di vita, come lo è anche questo spettacolare gioco: l’immenso campo, i cavalli al galoppo, l’eleganza dei giocatori, donne ben vestite e uomini distinti che arrivano a bordo di auto di lusso o addirittura di elicotteri, per condividere, sia in campo che fuori, la forte passione che li lega; la passione per il Re degli Sport, lo Sport dei Re: il polo.

Allegra Nasi

Written by Redazione

Fashion in punta di piedi

Pubblicità in mostra