Piuarch vince il Premio Architetto Italiano 2013

Il riconoscimento và allo studio che ha curato le boutique Dolce&Gabbana
Fine anno, tempo di bilanci in tutti i settori.
Anche il mondo dell’architettura ha voluto premiare lo studio che ha lavorato meglio nei 12 mesi scorsi.

E’ stato assegnato allo studio Piuarch il Premio Architetto Italiano 2013, bandito dal Consiglio Nazionale degli Architetti, di concerto con il Maxxi, in occasione della Festa dell’Architetto.

Alla sua prima edizione e istituito per il 90esimo anniversario della fondazione dell’Ordine, il premio intende celebrare e valorizzare, con un evento che avrà cadenza annuale, l’architettura a 360 gradi.

“Piuarch – ha spiegato la commissione presieduta da Cino Zucchiè uno studio che opera in Italia e all’estero su diversi temi e a diverse scale, da quella del disegno urbano a quella degli interni, ed è l’esempio felice di come si possa perseguire una grande qualità architettonica e urbana a partire dalla complessità delle forze che oggi agiscono sulla trasformazione dell’ambiente”.

“La struttura collettiva dello studio – si legge nelle motivazioni della giuriaè alla base di una grande capacità di dialogo con realtà diverse per cultura, aspettative, risorse economiche e tecniche. Edifici come il Centro Congressi a Riva del Garda, l’headquarter del gruppo Bentini a Faenza, Le Quattro Corti a San Pietroburgo, le residenze sovvenzionate a Sesto San Giovanni, gli Uffici Porta Nuova a Milano dimostrano come si possano perseguire nuove forme di urbanità e nuovi ambienti di vita e lavoro all’interno di condizioni professionali in profondo e continuo mutamento”.

Il Premio Architetto Italiano intende selezionare una serie di professionisti e di opere contraddistinte da elevata qualità – e che abbiano il fine di salvaguardare e di valorizzare la cultura, il territorio italiano e l’innovazione architettonica – analizzando i lavori svolti in Italia e all’estero dagli iscritti agli albi professionali italiani nel corso degli ultimi 3 anni.

Presieduta dall’architetto Zucchi, la giuria è composta da Pippo Ciorra (Senior Curator Maxxi Architettura); Leopoldo Freyrie (presidente del Consiglio Nazionale degli Architetti); Margherita Guccione (direttore Maxxi Architettura); Mario Piazza (direttore Abitare); Giorgio Santilli (Giornalista Sole24Ore); Enrica Caire (rappresentante della Conferenza degli Ordini degli Architetti) e coordinata da Simone Cola (presidente del Dipartimento Cultura, Promozione e Comunicazione del Consiglio Nazionale degli Architetti).

La cerimonia di premiazione del Premio Architetto Italiano 2013 è prevista al Maxxi per il prossimo 14 febbraio 2014.

Nella gallery una selezione delle opere più riuscite realizzate da Francesco Fresa, Germán Fuenmayor, Gino Garbellini e Monica Tricario, il quartetto d’oro dello studio Piuarch, un open space ricavato da uno spazio industriale nel cuore di Brera a Milano. Tra le collaborazione di lusso vi segnaliamo quella decennale con Dolce&Gabbana che ha portato alla realizzazione di oltre 40 boutique in tutto il mondo.

Written by Chiara

Moncler, IPO 10,2 euro

Prabal Gurung primavera estate 2014