Pitti Uomo 86

Firenze, dal 17 al 20 giugno 2014

L’edizione di Pitti Uomo 86 si terrà a Firenze dal 17 al 20 giugno prossimi.

Dopo aver annunciato che l’ospite d’onore della kermesse fiorentina di quest’anno sarà ZZegna, ecco, infatti, che la scorsa settimana si è tenuta la conferenza stampa di lancio della manifestazione dedicata alle anticipazioni della moda uomo, e non solo, della primavera estate 2015.

La Fortezza da Basso si conferma essere la location d’elezione di Pitti, ma non mancheranno appuntamenti dislocati per l’intera città toscana.

Punto di riferimento mondiale per la moda maschile e le tendenze del lifestyle contemporaneo, Pitti è da anni un appuntamento fisso e imprescindibile per il fashion system.

A Firenze, infatti, la moda maschile trova la sua dimensione più completa tra progetti speciali dei designer di punta internazionali, fino allo spazio riservato ai nuovi talenti, tra sartorialità e sportswear, tra tradizione e innovazione il tutto proposto in una chiave innovativa e market oriented.

L‘edizione 2014 di Pitti Uomo poi si prospetta essere ricca di novità e pronta ad accogliere i visitatori, previsti oltre 30.000 ingressi, con l’atmosfera unica, di business, cultura, piacere e intrattenimento che lo contraddistingue da sempre.

Tema dell’edizione n°86 è lo sport e, in particolare, il ping pong, perché è “una disciplina trasversale, quasi zen, che rappresenta un lifestyle, come la moda”, ha affermato Agostino Poletto, vicedirettore generale di Pitti.

Ping Pitti Pong - Pitti Uomo 86

Attesi a Firenze circa 1030 i marchi di Pitti Uomo, a cui si aggiungono le circa 70 collezioni donna di Pitti W.
Come di consueto, infatti, parallelamente alla kermesse maschile, la Fortezza da Basso farà da palcoscenico anche alle collezioni donna, dislocate in diverse aree del salone.

A livello strutturale segnaliamo la ristrutturazione del piano Attico, che riunirà le aziende di fascia alta nel layout chiamato Just like a Man e progettato da Patricia Urquiola con tanto di barbiere, lustrascarpe e fumoir. A questa si aggiunge l’introduzione di Pop-eye, una sezione dedicata agli occhiali di lusso in collaborazione con Mido.

Confermata anche l’impostazione volta all‘internazionalità. Tra le aziende partecipanti quasi il 40% proviene, infatti, da 30 nazioni diverse a cui si aggiungono buyer provenienti da ogni paese del mondo.

Tra le collezioni più attese di Pitti Uomo 86 troviamo Borsalino, Custo e Brooksfield, che tornano a Firenze dopo un periodo di assenza, e progetti speciali come quello di Lardini con Nick Wooster, G-Star con Pharrell Williams e Italia Independent.

L‘edizione 86 di Pitti sarà poi l’occasione di festeggiare i 60 anni del Centro di Firenze della Moda Italiana. Firenze hometown of fashion sarà animata da un ricco programma di eventi e coinvolgerà, tra gli altri, alcune prestigiose griffe fiorentine come Ferragamo, Gucci, Emilio Pucci ed Ermanno Scervino ma anche Stefano Ricci, presidente del Centro, l’immancabile Vogue Italia, il tenore Andrea Bocelli e l’artista Francesco Vezzoli.

Con Pitti Uomo 86Firenze rilancia il made in Italy e con un calendario ricchissimo di eventi progetti speciali, anteprime e concerti guarda al futuro con positività e grande slancio.

Pitti Uomo 86 - conferenza stampa

Written by Francesca

Renato Pasmanik a Venezia

Cubo di Rubik, il doodle