Pershing 64: lusso e sportività

Presentato al Salone Nautico di Genova il nuovo yacht che vedrà la luce nella primavera del 2008

Pershing si è presentato al Salone Nautico di Genova con le sue imbarcazioni più interessanti e di successo, come il Pershing 72’, il Pershing 115’ e il Pershing 90’ e ha lanciato un nuovo yacht che vedrà la luce nella primavera del 2008: il Pershing 64’, progettato da Fulvio De Simoni.
Lo scafo è rivoluzionario nell’estetica e nelle funzioni, ha un aspetto slanciato, una luminosità diffusa e offre comodità unita a prestazioni sportive.

Un disegno ambizioso, che trova conferma da subito nella visione del grande salone, che può essere completamente chiuso e climatizzato, o che, grazie alla vetrata a scomparsa che divide il salone interno dal pozzetto esterno, si può trasformare in un ambiente totalmente aperto. Una soluzione che permette di superare le barriere dell’open tradizionale, sviluppando pozzetto e salone su un’unica superficie monoplanare, per ottenere continuità tra interno ed esterno.

L’hard top di ultima generazione scorre per permettere di modulare la porzione di ombra nel pozzetto. Una dotazione che introduce livelli di abitabilità e flessibilità degli spazi inaspettati e che rende questo modello in grado di adattarsi sia ai climi mediterranei che a quelli tropicali.

Eleganza e grande senso dello spazio hanno determinato l’inserimento di ogni elemento: un grande divano a C, il tavolo a ribalta, il mobile con TV a scomparsa, una confortevole chaise longue a sinistra e la postazione di guida a destra. La zona comandi ha i sedili pilota e co-pilota studiati e realizzati appositamente con Poltrona Frau.

Esternamente incontriamo tutti i plus tipici di uno yacht di grandi dimensioni, come la doppia scala di accesso all’ampio pozzetto, con mobile barbecue, frigorifero, divano ad L e tavolo in teak a ribalta. Il grande prendisole centrale nasconde un hangar spazioso, capace di contenere un tender fino a 3,25 mt (o a scelta un jet ski) movimentato tramite la passerella telescopica a scomparsa che funge anche da gruetta.

Esplorando gli interni, la cucina si trova ad un livello intermedio e in comunicazione con il salone superiore: ciò permette di liberare completamente il sottocoperta, che viene così interamente sfruttato per sviluppare al massimo la zona notte, dove troviamo cabine di volumi eccezionali per la categoria.

La cabina armatoriale è una vera e propria suite full beam, arredata con letto centrale, chaise longue, mobile beauty, TV flat screen, armadio, frigo bar. Un ruolo di grande suggestione è giocato dalla luce, che investe la cabina dalle due finestrature open-view su entrambe le murate. Proseguendo verso prua troviamo la cabina ospiti a destra, dotata di letti gemelli, con bagno en-suite e doccia separata. Ancora a prua viene allestita anche la cabina Vip: una vera e propria matrimoniale con bagno privato e grandi armadi.

Spinto da due motori MAN da 1.550 cv e con propulsioni Arneson ASD 14L, il Pershing 64’ raggiunge una velocità massima di oltre 45 nodi.

Vuoi essere sempre informato su notizie di questo genere? Iscriviti alla LuxLetter

Avatar

Written by Redazione

Fuel for Life Factory by Diesel

Bulgari per la Birmania