Pershing 115′ Gas Turbine: proporzioni e potenza

Il megayacht ammiraglia della flotta del marchio che fa capo a Ferretti Group coniuga un design elegante a performance di alto livello

Armonia, eleganza, linee aerodinamiche per l’ammiraglia del cantiere di Mondolfo, il Pershing 115’ Gas Turbine di 35 metri, luminoso ed aggressivo, progettato dallo yacht designer Fulvio De Simoni, un’imbarcazione che ha attirato da subito l’attenzione di mercato e stampa e ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti.

Nella versione standard il Pershing 115’ è motorizzato con due MTU diesel per un totale di 7400 cv abbinati alla spinta applicata di due idrogetti Kamewa Rolls Royce per una velocità massima di oltre 40 nodi. A distinguerlo da altri megayacht l’aggiunta della turbina a gas Textron Lycoming TF50, in grado di sviluppare una potenza di oltre 5100 cv e con propulsione a idrogetto centrale. Il risultato è un miglioramento sia delle performance, a parità di peso complessivo, sia della resistenza a grandi sollecitazioni. Questa tecnologia, tipicamente utilizzata sugli aerei, è raramente usata sulle imbarcazioni, sia per la complessità sia per il costo delle singole componenti. Il suo utilizzo, infatti, richiede accessori e parti meccaniche particolari e tecnologie integrate all’intero sistema tra cui, per esempio, lo scarico in titanio, l’asse e il riduttore. Un altro grande pregio di questo assetto è una maggiore silenziosità e l’assenza di vibrazioni fino ad una velocità massima di 52 nodi.
 
Negli arredamenti interni prevale il legno: rovere naturale, a poro aperto, con fughe orizzontali in acciaio inox e tutti i pavimenti, gli inserti e le rifiniture, in wengé. L’illuminazione esterna a fibre ottiche illumina tutta l’imbarcazione.
Del tutto inedita la zona superiore, che si presenta con una seconda postazione di guida come un vero e proprio fly. Nella zona giorno è stato creato un nuovo volume, a metà tra l’area del piano superiore e lo spazio sottocoperta. Grazie a un taglio particolare nella linea della sovrastruttura, è stato possibile ricavare una saletta ad uso di studio privato con zona TV ed un bagno a giorno. La zona notte è composta da quattro cabine: l’armatoriale full beam a centro barca, le due cabine ospiti e la cabina Vip a prua, tutte dotate di bagno indipendente, ornato da mosaici di varie tonalità di blu e bianco. A poppa è stato invece collocato un comodo alloggio per l’equipaggio, formato da una grande cucina e tre cabine doppie con relativi servizi e lavanderia.

Vuoi essere sempre informato su notizie di questo genere? Iscriviti alla LuxLetter

Avatar

Written by Redazione

Diesel Style Lounge

Atlante Qualivita: il meglio del gusto italiano