Paris Fashion Week: Dior

L’Autunno-Inverno 2008-2009 parla anni sessanta e detta stile con tocchi di eleganza assoluta

Sulla passerella parigina di Dior glamour sofisticato ed elegante di ispirazione anni sessanta.
La donna di John Galliano si ipira a Jackie Onassis e Grace Kelly, ma anche a Anne Bancroft de Il Laureato. Il suo mito estetico è Dalida e Diana Vreeland ne rappresenta lìicona intellettuale.
Insomma l’Autunno-Inverno 2008-2009 è un omaggio all’imperativo nel quale si identifica la maison nel 1961:”n’oublions jamais la femme”.

Forme a trapezio e linee simmetriche per tailleur e abiti sottolineati in vita dalla cintura di metallo con fibbia logata.
Le gonne si gonfiano e scoprono il ginocchio.
I cappelli sono voluminosi e a tesa larga, in struzzo e non mancano le icon bag della maison, in coccodrillo, declinate in tutti i colori e destinate a scrivere la storia con la sigla 61.

Una rassegna di look monocromatici ma a tinte forti e variegate dove trovano spazio il rosso fragola, l’arancio, il viola, il verde e toni sorbetto per le borse.
Pietre colorate si alternano ad applicazioni metalliche e i materiali sono preziosi e non mancano pellicce, struzzo, coccodrillo e pitone.

Vuoi essere sempre informato su notizie di questo genere? Iscriviti alla LuxLetter

Avatar

Written by Redazione

Wiesmann: intervista a Gian Luca Caldani

Paris Fashion Week: Valentino