Speciale Macef: il design pulito di Pampaloni

Presentata a Milano la nuova linea

Linee semplici e pulite: è questo che oggi, presso il senso comune, definisce un oggetto di design. Pampaloni, azienda che lavora l’argento da più di un secolo, risponde a chi usa questa affermazione con la sua ultima provocazione, il Design pulito, che arriva dopo le collezioni Bichierografia, Vasi Anni ’60 e Due Sicilie.

Le nuove forme delle caraffe per il vino e per l’acqua presentate al Macef riprendono quelle dei contenitori dei detergenti che fanno brillare la casa e che vediamo ogni giorno nelle nostre abitazioni: dal basso del pavimento all’alto della tavola e alla preziosità dell’argento. Il materiale e il vino nobilitano le forme in plastica facendo diventare gli umili contenitori preziosi oggetti da mostrare. Virtù del disegno o dell’argento? Del contenuto? Pulizia del design o design della pulizia?

La creatività artistica di Pampaloni che non si lascia aggiogare da schemi predefiniti ha saputo innalzare il lavoro di anonimi disegnatori, sollecitando una riflessione sul design, sulla moda e la natura e funzione degli oggetti.

Creatività e libertà ideativa, voglia di sperimentare, originalità della ricerca di forme e temi che hanno portato al successo di quest’azienda che lavora l’argento dal 1902. Le più complesse ed esclusive tecniche di produzione si unisce a questa linfa vitale che permette di realizzare nuove e vaste collezioni di argenti senza limiti di natura produttiva: dalle opere ispirate ai disegni del pittore Giovanni Moggi del 1604 alle attualissime bottiglie in argento.

Avatar

Written by Redazione

Il Gruppo Aran presenta il nuovo hotel di Roma

Il nuovo trattamento N.V. Perricone